Caffè al ginseng: controindicazioni
Caffè al ginseng: controindicazioni
Cucina

Caffè al ginseng: controindicazioni

Il caffè al ginseng, una bevanda energizzante, stimolante non adatta a chi soffre di problemi cardio-vascolari, tachicardia, insonnia e a chi assume farmaci

Il caffè al ginseng, una bevanda energizzante, stimolante non adatta a chi soffre di problemi cardio-vascolari, tachicardia, insonnia e a chi assume farmaci.

Il caffè al ginseng: di cosa si tratta

Il caffè al ginseng è una bevanda che vanta antiche origini: da millenni, la radice di ginseng viene coltivata in Asia e nella fascia sud-orientale. La radice è impiegata in cucina per vari usi e preparazioni tra cui per l’aromatizzazione dell’omonimo caffè.

Il caffè al ginseng è una bevanda che, dal punto di vista organolettico, è assimilabile al caffè latte in quanto è costituito da miscela di caffè istantaneo, zucchero, crema di latte, panna o latte condensata, il tutto aromatizzato con la radice del ginseng.

Caffè al ginseng: utilizzi

Oltre ad essere una bevanda dal gusto gradevole, il caffè al ginseng è una bibita che, nella cultura orientale della Cina e del Vietnam, assolve ad una funzione di medicinale. Non a caso, la stessa etimologia del termine ginseng deriva dal cinese “jen-shen” ossia “pianta uomo”: la radice di ginseng vanta diversi vantaggi che la rendono assolutamente rilevante nei trattamenti terapeutici.

Le proprietà ed i benefici del ginseng sono notevoli per l’organismo umano.

Caffè al ginseng: benefici

Tra i tanti benefici ascrivibili alla radice di ginseng vi sono quelli energizzanti, stimolanti e tonificanti. Per chi studia molto o svolge una professione stressante che richiede un livello di concentrazione elevato, i principali benefici sono ascrivibili ai seguenti: lotta alla depressione, aumento della forza fisica, miglioramento della risposta dei pazienti diabetici, miglioramento dell’appetito, stimolazione della digestione, rafforzamento delle difese immunitarie e miglioramento della circolazione del sangue.

Caffè al ginseng: controindicazioni

Oltre agli innumerevoli benefici, il caffè al ginseng presenta diverse controindicazioni che possono cagionare disturbi e danni alla salute dell’organismo umano. In caso di sovradosaggio, il caffè al ginseng può cagionare problemi di tachicardia, nausea, convulsioni, tremori, vomito, insonnia.

Proprio, per gli effetti eccitanti e stimolanti, il caffè al ginseng non deve essere assolutamente assunto da persone che sono affette da tachicardia, sono nervose, soffrono di nausea, diarrea ed insonnia.

Si sconsiglia, inoltre, l’assunzione del caffè al ginseng da parte di donne in stato di gravidanza e da parte dei bambini. Per questi ultimi, è possibile un’eventuale assunzione, solo di mattina e su prescrizione del medico pediatra.

Attenzione poi a non esagerare con l’assunzione di caffè al ginseng se si soffre di obesità dato che il ginseng apporta in media 100 calorie ogni 100 grammi di prodotto. Inoltre, questa bevanda interagisce con i farmaci e deve essere consumata da chi non assumere farmaci.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche