Cagliari, spara al suocero con fucile da sub COMMENTA  

Cagliari, spara al suocero con fucile da sub COMMENTA  

 

Ha sparato con un fucile da sub una fiocina contro il suocero, poi Pierluigi Loddo, operaio di 24 anni, voleva suicidarsi.

È accaduto, ieri sera, a Portoscuso (Sulcis-Iglesiente).

La vittima, Ignazio Loddo, 51 anni, operaio della Portovesme Srl, si trova ricoverato in condizioni gravissime all’ospedale “Brotzu” di Cagliari, dove è stato sottoposto, nella notte, ad un delicato intervento.


Il ragazzo è stato arrestato due ore e mezzo dopo l’aggressione. Prima dell’aggressione, ieri pomeriggio attorno alle 17.30, c’è stato un incontro fortuito fra Pierluigi Loddo, che rientrava in auto dal mare assieme alla fidanzata 21enne, e il suocero, a sua volta in macchina. C’e’ stato un breve battibecco: Ignazio Loddo si è rivolto al giovane per intimargli ancora una volta di lasciar stare la figlia.


Poi l’aggressione, avvenuta nel lungomare Colombo davanti al bar ‘Altamarea’, del cugino della vittima. La fiocina e’ penetrata nella fronte della vittima e una delle punte si e’ conficcata per dieci centimetri nella scatola cranica, per poi aprirsi.


All’origine del tentato omicidio, che e’ stato premeditato, secondo l’accusa c’e’ il rapporto tra i due giovani, che andava avanti da quattro anni, e che la famiglia di lei ostacolava.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*