Cagnetta con 2 zampe si prende cura della sua cucciolata COMMENTA  

Cagnetta con 2 zampe si prende cura della sua cucciolata COMMENTA  

Vedere le condizioni in cui alcuni cani randagi vivono può spezzarvi il ​​cuore, soprattutto se siete amanti degli animali. Quando ho visto ciò che questo randagio a due zampe doveva fare per le strade della Cina, mi ha commossa. Il randagio è stato nominato Si Bao da un proprietario che poi l’ha abbandonata. Poi, dopo essere stata lasciata dal suo proprietario a provvedere a se stessa per le strade, ha affrontato la tragedia.


Si Bao, dopo essere diventata un randagio, è stata colpita da un treno in corsa. Le sue ferite erano così gravi, che ha perso le sue due zampe posteriori.


Si Bao, after becoming a stray, was hit by a speeding train. Her injuries were so severe, she lost her two back legs.

Poi, rimase incinta e diede alla luce una bella cucciolata…tutta sana, per fortuna.

Then, she became pregnant and gave birth to a litter of puppies... who were all healthy, thankfully.

Anche se lei non ha le gambe posteriori, non fa mai la debole.


Even though she doesn't have her back legs, it didn't make her weak.

Si Bao strofina con cura e protegge i suoi cuccioli, il tutto mentre è in equilibrio sulle sue zampe anteriori.

Si Bao lovingly nuzzles and protects her pups, all while balancing on her front legs.

Lei è una mamma dura, e una sopravvissuta.

L'articolo prosegue subito dopo


She's a tough mommy, and a survivor.

Ci sono oltre 130 milioni di cani randagi che vivono in strada in Cina, Si Bao e suoi cuccioli sono solo una piccola parte di quella popolazione. Il numero di randagi è cresciuto a causa dell’urbanizzazione della Cina. Le famiglie si stanno muovendo più in profondità nelle città e gli appartamenti sono grattacieli che hanno poco spazio per gli animali domestici. Così, proprio come ha fatto il proprietario di questa cagnetta, abbandonano i loro animali domestici.

Ci auguriamo che questa mamma unica e suoi cuccioli possano trovare una buona casa, al sicuro dai treni che accelerano e piena d’amore.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*