Cala il prezzo del petrolio, Codacons contro i guadagni extra delle compagnie aeree

News

Cala il prezzo del petrolio, Codacons contro i guadagni extra delle compagnie aeree

Dura presa di posizione del Codacons, l’associazione dei consumatori che si è scagliata contro le compagnie aeree, colpevoli di non adeguare il costo dei biglietti a quello dei carburanti.
Dal petrolio alla benzina, il collegamento, dal punto di vista logico, è semplice e lineare: calato il primo, la seconda dovrebbe seguire a ruota. A tutti è chiaro che non è così, come testimonia il prezzo dei carburanti che campeggia in questi giorni all’ingresso dei distributori, pressoché invariato e insensibile al clamoroso calo del prezzo del barile di petrolio.
Per le compagnie aeree, a detta del Codacons, non solo vale la stessa cosa, ma addirittura qualcosa di più grave, perché il prezzo dei biglietti continua a comprendere il cosiddetto ‘fuel surcharge’, l’incremento di costo introdotto, tempo fa, quale adeguamento per seguire la scia di un aumento del prezzo del petrolio.
In altre parole, le compagnie aeree incrementarono i prezzi dei biglietti in conseguenza di un aumento del prezzo del petrolio e dei carburanti, ma non seguono oggi il percorso inverso in conseguenza del calo (circa -65%) di quei prezzi.
Valutato in 4 miliardi di dollari il guadagno conseguente a questa ‘mossa’, la posizione del Codacons è chiara: saranno presentati esposti a più di 100 procure italiane, all’Antitrust e all’Enac per l’apertura di un’indagine.

L’ipotesi di reato è quella di truffa aggravata e aggiotaggio.

1 Trackback & Pingback

  1. Cala il prezzo del petrolio, Codacons contro i guadagni extra delle compagnie aeree | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche