Calano nettamente i consumi natalizi

Economia

Calano nettamente i consumi natalizi

Se qualcuno pensava che almeno il Natale avrebbe spinto gli Italiani ad allargare i cordoni della borsa, si sbagliava di brutto e aveva sottovalutato l’impatto psicologico che la pesantezza della stessa sta riverberando sulle famiglie. A confermarlo è il dato, impietoso, che sta uscendo da questa prima parte delle feste natalizie. Se si dovesse desumere lo stato di salute del nostro paese, dal punto di vista prettamente economico, da questi dati, ci sarebbe quasi da mettersi le mani nei capelli, se si pensa che la contrazione dei consumi ha eroso di circa 400 milioni la spesa natalizia rispetto alle previsioni già non ottimistiche della vigilia. Il dato viene dalle rilevazioni dell’Osservatorio nazionale Federconsumatori sui consumi relativi alle festività natalizie, pervenuti dai centri di elaborazione dislocati nel Nord, Centro e Sud Italia, sia nelle piccole che nelle grandi città. In base a questi dati, la spesa totale per il Natale si sarebbe attestata sui 4 miliardi di euro, rispetto ai 4,4 che erano previsti, con una spesa media a famiglia di 166 euro, L’unico settore che si salva nella crisi generalizzata, è l’elettronica di consumo, che fa registrare un lieve aumento, mentre anche l’editoria regge il passo, ma solo grazie alle promozioni.

Persino alimenti e giocattoli, tradizionalmente forti, passano un Natale contrassegnato dal segno negativo. Se c’era bisogno di una conferma della immediata necessità di misure a sostegno dei redditi e capaci di rilanciare i consumi, non poteva arrivarne una più netta. L’unica speranza è che la fase 2 promessa da governo, si avvii con la massima celerità.

Interno di un negozio
Interno di un negozio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche