Calcio. Inter Milan 2 -2 Pioli esulta

Sport

Calcio. Inter Milan 2 -2 Pioli esulta

Calcio. Inter Milan 2 -2 Pioli esulta

Ieri sera è finito in pareggio il Derby a San Siro tra Inter e Milan.

Un pareggio che ha beffato i rossoneri al 92’con il pareggio di Perisic quando ormai sentivano la vittoria e il secondo posto solitario già in tasca.

Il Milan affianca la Roma a 26 punti, a -7 dalla Juventus quasi in fuga, mentre i nerazzurri salgono a 18 punti, a -15 dalla vetta.

Sintesi

L’Inter ha cominciato con grande aggressività, schiacciando il Milan nella sua area e cercando la rete con cross insistiti che Icardi e Perisic non hanno saputo sfruttare. Nel finale, in una delle poche azioni di rimessa, Suso dal limite dell’area trova un sinistro preciso che supera Handanovic e fa esultare i tifosi. L’Inter torna in campo meno compatta però trova l’1-1 con Candreva che con una sassata da 25 metri centra il sette della porta di Donnarumma.

E’ ancora lo spagnolo Suso che al 13′ riporta avanti il Milan, ma poco dopo Perisic e Icardi sfiorano il pari. I rossoneri sembrano poter controllare un’avversaria stanca, ma si abbassano troppo e nel finale Perisic trova il varco giusto per un giusto pareggio.

L’allenatore dell’inter, Stefano Pioli è soddisfatto del risultato.”Non credo che meritassimo la sconfitta.
Ho visto tante cose positive ma su tante altre ancora dobbiamo lavorare e migliorare. Ho cercato di dare equilibrio alla squadra. Nel primo tempo abbiamo giocato solo noi ma abbiamo concesso qualche ripartenza, sbagliando le marcature preventive.
Non siamo stati perfetti, ma ci abbiamo messo cuore e anima ed è quello che avevo chiesto alla squadra”. “L’Inter ha ampi margini di miglioramento. Siamo ancora lontani dalla posizione che deve occupare questa squadra in classifica. Sarà una rincorsa difficile ma il campionato è ancora lungo, dobbiamo pedalare forte”.

Montella,amareggiato, ha commentato invece la visita di Berlusconi negli spogliatoi a fine gara.

“Il presidente Berlusconi è passato negli spogliatoi dopo la partita: era amareggiato per il risultato, proprio come noi, ma ha fatto i complimenti ai ragazzi”.

Montella ha anche aggiunto:”Mi è piaciuta la voglia di vincere della squadra.Perché aveva voglia di vincere, nonostante la paura iniziale. Potevamo anche chiudere la partita, ma alla fine avevamo speso tanto”. “Io comunque il bicchiere lo vedo proprio pieno: la classifica è bella e ci deve essere un pizzico di soddisfazione nel vedere gli avversari, che hanno costruito una squadra per vincere lo scudetto, esultare al 92/o come se lo avessero vinto”.

Silvio Berlusconi

Berlusconi invece, a tutti quelli che gli avevano chiesto se sarebbe rimasto presidente del mila ha risposto.”I cinesi insistono con molta determinazione affinché io rimanga presidente del Milan. Ma restare presidente in una società di altri, era una cosa che non potevo tenere in considerazione. Mi hanno offerto la presidenza onoraria, senza la nomina di un altro presidente.

Penso che potrebbe provarsi una situazione del genere”

“Devo avere possibilità di intervento. Ad esempio dire sì o no su acquisti e cessioni e sullo schema da tenere in campo. Se questa cosa mi sarà attribuita, proverò di accettare la presidenza honoris causae. La permanenza di Galliani è un’altra delle condizioni che mettero’ per accettare”.

“A Montella ho fatto i complimenti per il secondo posto. Abbiamo alcune idee diverse sullo schema tattico. Sono convinto che il modulo che ci ha portato a vincere per quasi trent’anni prevede le due punte e una mezz’ala dietro.

Le due ali di ruolo, dotate di buon tiro, devono essere più centrali”.

“Questo derby si è chiuso con un risultato giusto, ha concluso Berlusconi, con l’equilibrio fra le due squadre. Peccato essere stati raggiunti negli ultimissimi minuti. Abbiamo sperato di poter portare via i tre punti e essere da soli al secondo posto. Invece siamo in coabitazione con la Roma ma non abbiamo giocato una brutta partita.

Avevamo anche molti infortunati e in campo non c’era la squadra migliore”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche