Calciomercato Inter: sì a Juan, dubbi su Farfan e Kucka

Calcio

Calciomercato Inter: sì a Juan, dubbi su Farfan e Kucka

Tevez no, Kucka ni, Juan forse sì. E’ questo al momento il borsino del mercato dell’Inter, a venti giorni dal via di quella che un tempo veniva definita campagna di riparazione. Ed in verità di cose da riparare la società di Corso Vittorio Emanuele ne ha parecchie, almeno pensando alle ultime due sessioni di trattative estive, durante le quali sono arrivati solo giocatori di prospettiva o talenti in attesa di un’esplosione al momento solo ipotetica (Zarate). Ma la situazione non è cambiata: così nonostante l’azienda di famiglia faccia registrare un’eccezionale controtendenza rispetto alla crisi generalizzata, con listini in Borsa sempre positivi ed un confortante utile, il fair play finanziario incombe, pertanto i tifosi sono invitati a mettersi da subito l’anima in pace: a gennaio arriveranno un paio di giocatori tra difesa e centrocampo, ma nessuna rivoluzione.

Ci pensa l’ad Ernesto Paolillo, colui che prima e più di altri è chiamato a gestire i conti societari, a chiudere definitivamente le porte dei sogni.

A margine del convegno “I piedi buoni del calcio” Paolillo è tornato a parlare del caso Tevez: “Non c’erano le condizioni per prenderlo” ha ribadito, una tesi avvalorata dall’asta al rialzo che si attende per la fine dell’anno tra Psg e Milan, un’asta cui quest’Inter non può (e non vuole) partecipare. Non solo, Paolillo ha anche spento le luci sulle altre trattative: “Non vogliamo fare proclami: a gennaio ci muoveremo ma in silenzio, e sicuramente in linea con il fair play finanziario”. Parole già note, che aprono appunto all’arrivo di un paio di giocatori al massimo. Difesa e centrocampo sono i reparti che maggiormente necessitano di rinforzi, guardando anche alle carte d’identità ma sembra essersi raffreddata l’ipotesi legata a Juraj Kucka: il mediano sette polmoni del Genoa è reduce da un pessimo inizio di stagione, forse dovuto alle conseguenze psicologiche del mancato arrivo a Milano la scorsa estate, allorquando l’Inter acquisì “solo” la metà del cartellino dello slovacco.

In casa Inter si sta meditando sulla possibilità di rinviare l’affare a giugno, in modo da accorparlo con quello legato al mai tramontato Palacio.

Ma come reagirà il Genoa? Possibile però anche l’arrivo di un esterno d’attacco, utile per il 4-4-2 utilizzato da Ranieri nelle ultime settimane: complicato portare a Milan il cileno Eduardo Vargas, sul quale il Chelsea potrebbe scatenare una pericolosa asta ben superiore ai 13 milioni che l’Inter sarebbe disposta a spendere, più fattibile è l’ingaggio di Jefferson Farfan. Il peruviano, giocatore esperto ma ancora discretamente giovane (classe ’84) e dal rendimento sicuro, benchè sembri aver già dato il meglio, ha però un contratto in scadenza nel prossimo giugno: l’Inter non sembra disposta a spendere soldi per un affare che a giugno sarebbe gratuito, ma la mossa potrebbe rendersi necessaria per anticipare l’eventuale concorrenza. Difficile però credere alle cifre uscite in questi giorni, che parlano di ben cinque milioni. E Montolivo? Radiomercato parla di contatti sotterranei con il procuratore del giocatore ma il problema sarà convincere la Fiorentina, con la quale i nerazzurri certo non intrattengono rapporti confidenziali, ad accontentarsi di un modesto indennizzo a gennaio.

Ed il Milan sembra in vantaggio.

Sicuro allora è al momento solo l’arrivo di un centrale difensivo, anche alla luce dell’ultimo infortunio, quello di Ranocchia. Uno stop che, pur non grave (lieve stiramento), focalizza l’attenzione sulle precarie condizioni del difensore azzurro: il tutto si unisce all’età avanzata di Lucio e Samuel, quindi occorre intervenire. Branca ed Ausilio sono volati in Brasile per chiudere con l’Internacional di Porto Alegre per Juan Jesus: l’accordo sulla base di 3 milioni e mezzo di euro è in arrivo, ma i brasiliani vorrebbero assicurarsi fino a giugno le prestazioni di uno dei migliori giovani difensori del mondo, già vincitore dell’ultimo Mondiale Under 20. L’affare comunque si dovrebbe fare subito: e potrebbe anche essere l’ultima firma di Branca sul mercato nerazzurro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche