Calciopoli: annullate condanne a Moggi e Giraudo COMMENTA  

Calciopoli: annullate condanne a Moggi e Giraudo COMMENTA  

Luciano Moggi
Luciano Moggi

Ci sono volute ben sei ore di camera di consiglio ma alla fine è stata presa la decisione che già si vociferava. Per Moggi e Giraudo è arrivato l’annullamento della condanna ottenuto nel processo Calciopoli.


I reati a loro contestati sono caduti in prescrizione. Sono stati invece assolti gli arbitri Paolo Bertini e Antonio Dattilo.

L’unico arbitro rimasto coinvolto nel processo è Massimo De Santis, il quale aveva rinunciato alla prescrizione. Il suo ricorso è stato rigettato dalla Cassazione, quindi rimane confermata la sua condanna a 10 mesi di carcere.


L’inchiesta era partita nel lontano 2006 ed aveva sconvolto il mondo del calcio italiano ed in particolare la Juventus, la quale era stata condannata alla retrocessione in serie B oltre che 9 punti di penalizzazione da scontare nel successivo campionato cadetto. In secondo grado Luciano Moggi era stato condannato a 2 anni e 4 mesi, mentre per Giraudo la condanna era stata più lieve, solo 1 anno e 8 mesi. Per entrambi il reato contestato era l’associazione a delinquere.


Luciano Moggi, intervistato subito dopo la sentenza, ha espresso rammarico per questi nove anni in cui, a suo dire, si è dimostrato che quel campionato fu regolare cosi come anche i vari sorteggi arbitrali.

L'articolo prosegue subito dopo

“Abbiamo scherzato per nove anni…”, queste le parole di Moggi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*