Calcioscommesse, indagine Europol: truccate quasi 700 partite in tutto il mondo, 380 in Europa

Calcio

Calcioscommesse, indagine Europol: truccate quasi 700 partite in tutto il mondo, 380 in Europa

Lo scandalo del calcioscommesse non è un problema che riguarda soltanto il calcio italiano. Nemmeno soltanto l’Europa. È una piaga che affligge l’intero globo calcistico.

È l’indagine di Europol, la più vasta inchiesta a livello internazionale nell’ambito delle scommesse calcistiche, a mostrare quanto sia malato il calcio di oggi. L’inchiesta è durata 18 mesi e ha visto la collaborazione di cinque Paesi: Germania, Finlandia, Ungheria, Slovena, Austria.

I numeri sono impressionanti: quasi 680 partite nel mirino, 425 dirigenti e 15 paesi coinvolti, per un totale di 8 milioni di euro di guadagno arrivati tramite i match combinati e 2 di tangenti pagate a giocatori e dirigenti. Il maggior volume di combine si rileva in Europa: sarebbero 380 le gare truccate nel Vecchio Continente, tra cui anche 2 gare di Champions League, mentre 300 risulterebbero le partite combinate nel resto football mondiale: in Africa, Asia, America Centrale e Sud America.

A sorpresa, è la Germania ad essere il paese europeo dove è stato rilevato il numero più alto di probabili match truccati.

Si tratta di «un’attività di match truccati ad un livello mai visto prima», ha dichiarato sul Corriere della Sera il capo dell’Europol, Rob Wainwright.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche