Calcioscommesse: sotto osservazione l’Ascoli. Trema l’Albinoleffe

Calcio

Calcioscommesse: sotto osservazione l’Ascoli. Trema l’Albinoleffe

Continua a ritmo serrato il lavoro delle Procure impegnate nell’inchiesta sul calcioscommesse. Il lunedì è stato dedicato all’interrogatorio-fiume di Gervasoni a Cremona (quasi otto ore con informazioni su nuove partite) mentre sul fronte sportivo si registrano le audizioni del capitano dell’Ascoli Di Donato, del suo ex compagno Gazzola, ora al Sassuolo, nonché di Marco Turati e Cesare Rickler. Si evince che l’attenzione si è focalizzata ancora sullo scorso campionato di Serie B, analizzando diverse partite di Albinoleffe, Ascoli e Piacenza, ma non solo. Oltre alla volontà di verificare quanto già dichiarato da Gervasoni (prossimo a sfilare davanti a Palazzi) gli 007 federali hanno punto a verificare nuove rivelazioni di Micolucci, emerse nell’ultimo interrogatorio. Da qui gli approfondimenti su tre nuove partite dell’Ascoli: quelle interne contro il Torino (0-4) del 26 marzo e contro il Siena (3-2) del 13 maggio oltre a quella contro il Sassuolo (0-0) del 9 aprile.

L’avvocato di Di Donato, Katia De Nicola, ha confermato l’allargamento della “chiacchierata”. “Abbiamo parlato di molti episodi sportivi relativi all’intera stagione 2010-’11, non solo di partite di fine campionato: ci hanno chiesto di 4-5 gare, e forse anche di più. Ma il mio assistito è del tutto estraneo“. Particolari più succosi, ed inquietanti, sono emersi in merito ad Albinoleffe-Piacenza 3-3 e ad Albinoleffe-Ancona 3-4 risalente addirittura alla fine della stagione 2008-2009. Approfondimenti in merito a queste partite sono stati chiesti a Rickler e Turati ma a far impallidire sono i verbali dell’interrogatorio di Gervasoni che ammette come il risultato di Albino-Piacenza “fosse stato combinato non solo dai giocatori, ma dalle stesse società, almeno in base a quanto mi disse Cassano, tant’è che lo stesso scommise una certa cifra tramite Zamperini, mentre anche i fratelli Cossato mi riferirono di avere scommesso una somma di denaro dopo avere ricevuto conferma dell’avvenuta manipolazione della partita grazie a Rickler e Passoni“.

Su Turati, ex Ancona, ed alla partita tra marchigiani e seriani Gervasoni è ancora più circostanziato: “L’ultima giornata di campionato ’08-’09 si disputò AlbinoLeffe-Ancona che perdemmo 4-3. Qualche giorno prima vennero a parlarmi tre giocatori dell’Ancona. Io manifestai la mia disponibilità e parlai con i miei compagni, ma non tutti erano d’accordo. Dissi loro che per me poteva stare anche bene, ma pur assicurando il mio apporto, non avrei potuto certo garantire il risultato. Io non feci niente di particolare e, dato il risultato, un paio di giorni dopo, quei giocatori mi portarono circa 15.000 euro: erano Colacone, Turati e Mastronunzio“. Parole che sembrano inchiodare diverse persone. Ma pure qualche società.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...