Cambiano gli orari per carico-scarico merci a Milano COMMENTA  

Cambiano gli orari per carico-scarico merci a Milano COMMENTA  

Scarico merci

Gli spostamenti dei veicoli in questi giorni per chi si trova a viaggiare a Milano stanno subendo qualche cambiamento e la motivazione principale è dovuta alla volontà di correre ai ripari rispetto al livello di inquinamento che è stato registrato nell’ultimo periodo e ora questo andrà ad avere alcune ripercussioni anche per quanto riguarda quelli che hanno il compito di effettuare il carico e lo scarico merci nelle zone a traffico limitato presenti nel capoluogo lombardo.

A partire dalla giornata di domani, 31 gennaio, infatti, dovranno essere seguite alcune limitazioni per i veicoli diesel euro 2 ed euro 3 e per quelli con motore a benzina euro 3. All’interno della cerchia dei Bastioni, infatti, quella per il cui accesso è solitamente necessario pagare il ticket per l’ecopass non sarà più permesso accedere a partire dalle 7.30 e fino alle 19.30, mentre per tutto l’arco della giornata non potranno circolare i veicoli diesel euro 1.

Questo inoltre è un periodo di particolare fermento nel capoluogo lombardo per l’organizzazione delle sfilate che ogni hanno hanno luogo e per agevolare i lavoratori che operano in questo settore TNT, Iveco e Gucci hanno iniziato una particolare collaborazione introducendo un progetto volto a diminuire l’impatto ambientale e che prende il nome TNT high Street. Le merci ai negozi della famosa griffe italiana, infatti, finora venivano consegnate da appositi veicoli anche più volte nel corso della giornata e ora per cercare di diminuire la circolazione e rendendola più ottimizzata si è scelto di utilizzare solo due Iveco Ecodaily di tipo elettrico che sono in grado di garantire solo un basso livello di emissioni. Potranno quindi essere favoriti da questa situazione, che in futuro potrebbe essere seguita anche da altri marchi della moda, anche i cittadini milanesi e i pendolari perchè in questo modo potrà esserci anche una diminuzione del traffico urbano e di quello acustico.

Immagine tratta dal sito www.grifo.org

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*