Cameron al Parlamento inglese, Gran Bretagna verso la guerra in Siria - Notizie.it

Cameron al Parlamento inglese, Gran Bretagna verso la guerra in Siria

News

Cameron al Parlamento inglese, Gran Bretagna verso la guerra in Siria

Mentre l’alleanza fra Stati Uniti d’America e Francia è stata suggellata dall’incontro dell’altro ieri a Washington fra i due presidenti Barack Obama e Francois Hollande, il premier inglese David Cameron sta spingendo in tutti i modi per portare anche la Gran Bretagna all’interno dell’alleanza anti Isis.

La strategia era e resta quella dell’intensificazione dei raid aerei, non solo in termini quantitativi, bensì soprattutto in termini di miglioramento della qualità degli attacchi, scegliendo gli obiettivi in modo mirato e privilegiando le azioni in grado di colpire nel modo più profondo possibile l’organizzazione e la potenza militari dello Stato Islamico. Ieri, David Cameron si è rivolto al parlamento inglese dichiarando che, per il conflitto in corso in Siria e Iraq, occorre senza alcun dubbio “una soluzione politica”, ma è stato altrettanto chiaro nel dire che, per questa soluzione, non c’è tempo. Non si può attendere ancora, bisogna “agire”.

Per agire, Cameron intende dire che occorre porsi al fianco di Francia e USA, mandando l’aviazione britannica a far parte dei contingenti che bombardano a cadenza quotidiana le postazioni del Califfato e i territori da questo controllati, e offrendo la massima collaborazione ai guerriglieri curdi e ai ribelli siriani anti Assad, definiti “forze di terra da appoggiare contro il Califfato”.

Un totale e perfetto allineamento alle posizioni di Obama e Hollande, insomma, a formazione di un fronte Nato unico e forte, in grado di opporsi allo Stato Islamico, sostenere le truppe avversarie dei governativi fedeli all’ex presidente siriano Bashar Al Assad e, non da ultimo, di rappresentare il vero partito forte dello scacchiere, in opposizione alla Russia di Vladimir Putin.

L’abbattimento dei caccia russi potrebbe rappresentare l’inizio del declino dell’influenza russa in Medio Oriente, perché se davvero si formasse un’alleanza USA – Francia – Gran Bretagna, quest’ultima finirebbe per comprendere la Turchia, paese strategico nella lotta all’Isis, con conseguente esclusione di Mosca e delle potenze sunnite che essa vorrebbe sostenere (Iran in testa).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

accordo psoe catalogna
Esteri

Spagna, accordo trovato tra governo e Psoe per elezioni in Catalogna

20 ottobre 2017 di Virginia Villa

E’ stato raggiunto un accordo tra la Catalogna e il governo Psoe. Le elezioni locali si terranno a gennaio, nel frattempo Madrid acquisirà, in via temporanea, le competenze della Generalitat tramite l’applicazione dell’articolo 155 della Costituzione Spagnola.
Secondo quanto riferito da Tve questo è quanto è stata deciso e dichiarato dalla segretaria all’Uguaglianza dei socialisti, Carmen Calvo.