Candida albicans: come si cura con metodi naturali

Salute

Candida albicans: come si cura con metodi naturali

Alimentazione ricca di frutta e verdura, igiene intima, biancheria pulita, fitoterapia, olio di tea tree, lavanda ed aceto: ecco i rimedi naturali

La candida o candidosi è un’infezione micotica che colpisce il 75% delle donne ed è provocata dal fungo candida albicans. Una volta manifestatasi la patologia, essa può diventare un vero e proprio nemico asintomatico in alcuni periodi, manifesto e fastidioso in altri, difficile da sconfiggere e debellare. Per porre rimedio e sconfiggere questo batterio che cagiona la micosi vulvovaginale, la maggior parte delle pazienti si rivolge al ginecologo che speso e volentieri somministra le terapie farmacologiche specifiche ed all’uopo per curare la candidosi.

In alternativa ai rimedi farmacologici, è bene sapere che esistono rimedi assolutamente naturali che consentono di combattere e debellare la candida senza ricorrere agli antibiotici, considerati responsabili nell’indebolimento del sistema immunitario. Prima cosa, cambiate alimentazione e regime dietetico: per debellare il fastidioso fungo candida albicans, si deve limitare al massimo il consumo di troppi zuccheri e carboidrati complessi, latticini e lieviti poiché favoriscono la proliferazione di batteri. E’ importante consumare almeno cinque porzioni di frutta e verdura ricchi di vitamine, di sali minerali e di fibre che ci consentono di rafforzare le difese immunitario. Consumate più aglio (non da crudo) ma come condimento e per insaporire le pietanze: l’aglio è un potente ed antico rimedio naturale utilizzato come antibiotico che consente di creare una sorta di barriera e di protezione contro l’attacco di virus e batteri.

Igiene quotidiana e cambio della biancheria intima, sono altri accorgimenti utili e rimedi naturali per combattere la proliferazione dei batteri che possono cagionare la candidosi. E’ buona prassi quotidiana prediligere sempre l’intimo in fibre naturali come cotone, pizzo e seta dato che consentono una traspirazione della pelle senza umidità e rischio di cattivi odori; cambiare e lavare la biancheria ogni giorno è una norma e prevenzione per combattere la candidosi. Evitate leggings e tessuti stretch che inibiscano la traspirazione dell’epidermide con rischio di proliferazione di germi e batteri.

Fate ricorso alla fitoterapia che vi consente di debellare il fastidioso batterio senza ricorrere agli antibiotici: l’olio di tea tree vanta ottime proprietà per curare le infezioni micotiche e fungine. Nel caso in cui sorga la candidosi con irritazioni e fastidi nell’area vaginale, preparare una soluzione ostile all’insediamento dei funghi e batteri: un bicchiere di acqua con un cucchiaio di lavanda, di aceto e di olio di tea tree. Anche lo yoghurt consente di contrastare l’infezione micotica grazie alla presenza di batteri probiotici che consentono di riequilibrare la flora batterica, rafforzare le difese del sistema immunitario e riequilibrare il benessere urinario femminile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...