Cane viene salvato dalle rotaie all’ultimo secondo

Curiosità

Cane viene salvato dalle rotaie all’ultimo secondo

Cane viene salvato dalle rotaie all'ultimo secondo
Cane viene salvato dalle rotaie all'ultimo secondo

Aggirarsi troppo vicino ai binari del treno potrebbe essere molto pericoloso. Ecco un cane accidentalmente caduto sulle rotaie e salvato in extremis.

Le vicinanze ai binari dei treni possono essere luoghi davvero pericolosi. Le righe gialle, infatti, segnano il limite massimo cui avvicinarsi. Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, ha avuto modo di leggere o ascoltare il racconto di tragici incidenti che si sono verificati proprio nelle stazioni ferroviarie. La storia che vogliamo condividere qui con voi riguarda un cane caduto accidentalmente sulle rotaie. Una dinamica che ha subito scatenato il panico tra le persone presenti alla scena. Tutti erano ansiosi di aiutarlo, soprattutto perchè il treno sarebbe arrivato da un momento all’altro. Ma fu una donna di buon cuore a intervenire.

Saltò sui binari, afferrò velocemente il cane e lo pose in salvo sulla banchina in pochissimi secondi. Il suo gesto assolutamente non privo di rischi scatenò lo stupore degli astanti che le diedero istintivamente della pazza. Ma fu un giudizio avventato che si spense quasi subito, visto il coraggio dimostrato dalla donna, da tutti i presenti considerata, alla fine, un’eroina!

Ma cosa succede quando, lungo le tratte ferroviarie, gli animali si avvicinano troppo ai binari? Nel caso peggiore, incidenti. In circostanze meno drammatiche, invece, semplici ritardi. Possono essere cani randagi, mucche o greggi di pecore. Tutte circostanze che solitamente obbligano i macchinisti a ridurre la velocità dei convogli, generando rallentamenti e dilazioni di tempo.

La soluzione del Giappone

Il Giappone è una Nazione avanti. Da molti punti di vista. Parliamo, infatti, di un Paese che ha seriamente preso in considerazione tutti i rischi derivanti dal transito di animali lungo i binari ferroviari. Rischi, ovviamente, che interessano gli animali stessi ma anche i passeggeri dei treni. Il Giappone, infatti, sembra essere diventato uno dei posti più sicuri soprattutto per una specie: le tartarughe. Protagonista di questa iniziativa è la West Japan Railway Company la quale ha deciso di installare dei tunnel sotto le rotaie al fine di permettere alle tartarughe marine di attraversarle rotaie senza rischiare la vita.

Statistiche alla mano, sono molti di questi rettili che, ogni anno e data la vicinanza con il mare, finiscono per restare bloccati fra i binari dei treni, perdendo la vita o causando ritardi e malfunzionamenti sulle tratte. Perchè sono tutt’altro che infrequenti i casi di tartarughe che, nel tentativo di attraversarmento, finiscono per rimanere intrappolate fra le rotaie. Incapaci di uscirne, perciò, sono costrette a seguire il percorso forzato fino a quando si trovano davanti a un meccanismo di scambio. Ed è proprio qui, che spesso si incastrano.

La compagnia ferroviaria giapponese, quindi, ha optato per la creazione di tunnel sotto le rotaie, ad oggi già perfettamente funzionanti. E negli ultimi mesi sono stati già dieci i rettili fotografati mentre li percorrono indisturbati. Dieci vite salvate e, potenzialmente, dieci incidenti o treni ritardati in meno. Circostanze, perciò, che hanno fatto risparmiare tempo e denaro. I giapponesi sono stati in grado di conciliare il rispetto per la natura e le esigenze umane. E non è la prima volta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...