Canile degli orrori: animali lasciati morire di stenti COMMENTA  

Canile degli orrori: animali lasciati morire di stenti COMMENTA  

Tutto è partito da una telefonata anonima, che segnalava che in quel posto c’era qualcosa che non andava.

I Carabinieri di Ovada si sono così presentati nel luogo indicato, il cascinale Rondinaria nella zona industriale della Caraffa, a Tagliolo Monferrato, in provincia di Alessandria, e hanno iniziato l’ispezione dello strano assieme di edifici, con una cascina, un fienile, una pizzeria (che risulterà poi chiusa da circa 10 giorni) e, nella zona retrostante, un canile.


Proprio quando i militari arrivano ai box del ricovero per animali scoprono una situazione orribile: nelle cuccette trovano 16 carcasse di animali, vecchie, secondo alcune stime, di almeno sei mesi. Allarmati, perlustrano ogni angolo dello stabile, fino ad aprire un congelatore, che si trova sotto un portico vicino alla pizzeria: lì dentro, altri 4 cani morti, con un gatto, ciascuno avvolto in sacchetti di plastica.


I militari, coadiuvati dal servizio veterinario ASL e dall’Enpa. mettono subito in salvo gli unici 4 cani trovati ancora in vita, inviandoli seduta stante al vicino canile di Ovada, e iniziano a interrogare il gestore dello stabile, sulle cui dichiarazioni, almeno per il momento, non trapela nulla.


Da quanto è possibile ipotizzare, gli animali erano lasciati morire di stenti: tutte da chiarire le eventuali motivazioni.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Canile degli orrori: animali lasciati morire di stenti | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*