Canone Rai 2017: costo, come si paga, esenzioni

Canone Rai 2017: costo, come si paga, esenzioni

Canone Rai
"IMPAR CONDICIO" - Manifestazione della Rosa nel Pugno davanti la sede regionale della RAI - (Trieste 20/03/2006)

Un'imposta non tanto gradita agli italiani, il canone Rai 2017 arriva nella bolletta dell'energia elettrica: ci sono però casi in cui si può ottenere un esonero oppure l'esenzione completa.

Mentre in passato molti riuscivano ad eludere il pagamento del canone Rai, con l’addebito sulla bolletta di energia elettrica è diventato più difficile, se non impossibile. A partire da quest’anno l’importo del canone per l’abbonamento alla Rai è pari a novanta euro, quindi meno caro rispetto all’anno scorso (che era di 100 euro). Il canone viene addebitato direttamente sulla bolletta dell’energia elettrica, ci sono però delle scadenze precise da osservare. Le rate da pagare nel corso dell’anno sono in totale dieci, di nove euro ciascuna.

Esonero dal canone Rai

I contribuenti che non possiedono in casa un apparecchio televisivo devono comunicarlo all’Agenzia delle Entrate entro il 31 Gennaio 2017, avendo cura di rinnovare la disdetta ogni anno. La dichiarazione di esonero va presentata all’Agenzia delle Entrate nell’arco di tempo compreso tra il 1° Luglio 2016 e il 31 Gennaio 2017 (lo si può fare tramite procedura telematica oppure attraverso il servizio postale, spedendo raccomandata a/r). Se, al contrario, si possiede un televisore ma non si è titolari di un contratto di fornitura elettrica di tipo “domestico residenziale” il canone va pagato tramite modello F24 (il versamento può essere effettuato presso uno sportello bancario o postale). I fac-simile sono disponibili sul sito ufficiale della Rai www.canone.rai.it (la scadenza è sempre al 31 Gennaio 2017).

Esenzione dal canone Rai

L’esenzione dal pagamento del canone Rai è prevista per i contribuenti che abbiano un reddito inferiore a 6.713 euro e abbiano un’età superiore a 75 anni. Attenzione però alle dichiarazioni mendaci: sui moduli scaricabili dal sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate è scritto chiaramente che verranno perseguite penalmente. Se, nonostante l’invio della dichiarazione di esonero, vi arriva a casa la bolletta dell’utenza elettrica con relativo accredito a titolo di canone Rai, avete una doppia opzione: pagare parzialmente l’importo (limitandovi alla sola quota relativa all’energia elettrica), oppure pagare integralmente la bolletta avendo cura di inviare successivamente la richiesta di rimborso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...