Caos rifiuti in Sicilia: un comune su due rischia il commissariamento

Catania

Caos rifiuti in Sicilia: un comune su due rischia il commissariamento

Palermo – I comuni siciliani hanno tempo fino al prossimo 30 settembre per avviare le nuove società di regolamentazione del servizio di gestione dei rifiuti (Srr). In caso contrario, i comuni inadempienti saranno commissariati. In tale rischio incorrono un comune su due della Sicilia. I sindaci non ci stanno e promettono forti proteste a cominciare dalla restituzione della fasci tricolore. L’Anci siciliana scarica tutte le colpe sul prossimo dimissionario presidente della Regione Lombardo. La sua politica in materia di rifiuti è stata definita fallimentare. Come riporta il Italpress, secondo Enzo Emanuele, dirigente uscente Dipartimento Acqua e rifiuti della Regione, “la maggiore difficoltà riguarda la costituzione delle Srr in molti comuni, malgrado circolari e direttive pervenute dall’assessorato all’Energia e malgrado gli interventi del presidente Lombardo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...