Come avere i capelli lisci senza piastra COMMENTA  

Come avere i capelli lisci senza piastra COMMENTA  

Come avere i capelli lisci senza utilizzare la piastra: ecco tutti i consigli utili

Se avete i capelli ricci, crespi o mossi e non sapete proprio come fare per renderli lisci, se non utilizzare la piastra tutti i giorni, ecco i giusti ed utili consigli per rendere i vostri capelli setosi e lisci. L’effetto crespo è un problema molto diffuso, specie per chi si colora i capelli, le intemperie meteorologiche, l’umidità, il poco tempo a disposizione e lo stress quotidiano, portano inevitabilmente la maggioranza delle donne, sia di fascia giovanile che più matura, a perfezionare la propria piega utilizzando ogni giorno la piastra che, a lungo andare, per le temperature eccessive delle placche di ceramica, sfibrano ed indeboliscono il capello, rendendolo poco corposo e secco. Per non parlare poi dell’utilizzo di lacche, gel e spume liscianti che, oltre ad avere un impatto sull’ambiente, rovinano anch’esse la chioma indebolendo il capello e danneggiandolo.


Cosa fare? Per avere capelli liscissimi senza utilizzare troppe piastre e fissanti, occorre ricorrere a metodi naturali, sicuramente meno invasivi e più sani. Per conferire l’effetto “spaghetto” ai vostri capelli, specie se lunghi, occorre dopo aver lavato i capelli, asciugarli in modo naturale, all’aria, senza l’utilizzo del phon. Durante l’asciugatura all’aria, spazzolateli e fissate la pettinatura con l’ausilio di mollette o becchi d’oca, bigodini, disegnatevi la riga, la frangia, tenete le ciocche dei capelli bene distese e passate i denti della spazzola, utilizzate dell’olio di argan, profumato e con effetto liss intenso, lasciate asciugare bene tutta la chioma. Una volta pronte procedete con l’ausilio di un phon con getto d’aria fredda a rimodularvi le ciocchette dei capelli spingendole verso il basso in modo tale da conferire un effetto “spaghetto”, per eliminare il crespo, spazzolate con il pettine e utilizzate del latte di cocco o di mandorla.


La frangia come pettinarla? Se vi piace una frangetta piatta, asciugatela con il phon e passateci un pettine a denti “larghi”; invece, se vi piace una frangia anni ’50, un po’ vaporosa, allora cotonatela con un pettino tondo che conferisca l’effetto ondulato.

Il tutto sta come decidete di fissare la vostra piega, se optate per il liscio, fissate l’effetto liscio con l’utilizzo di qualche goccia d’olio di cocco o di mandorla che abbia proprietà nutrienti e curative, se prediligete la coda di cavallo, per raccogliere i vostri capelli nell’elastico, utilizzate un pettinino che di aiuti a raccogliere e distendere tutte le ciocche.

L'articolo prosegue subito dopo

Se volete utilizzare le mollette o pinze per fissare certe parti della chioma, come parte della frangia o sui lati della piega, potete passare dell’olio di argan sulle ciocche che volete lasciare inserite all’interno delle pinzette o mollette. Le idee per ultimare la piega e rendere la vostra chioma fluente, liscia e setosa sono diverse, l’importante che si dica addio alla piastra che rende i capelli crespi e snervati.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*