Capodanno in tenda per 78 lavoratori di Montepulciano COMMENTA  

Capodanno in tenda per 78 lavoratori di Montepulciano COMMENTA  

Rdb di Montepulciano
Rdb di Montepulciano

Hanno festeggiato l’arrivo del nuovo in una tenda e in una roulotte i 78 lavoratori della Rdb di Montelpulciano.

I 78 operai della Rdb di Montepulciano, azienda di prefabbricati in cemento, sono in cassa integrazione dal 10 luglio 2011 e da ben 3 mesi stanno presidiando i cancelli dell’azienda per paura che vengano portati via i macchinari e le attrezzature. L’azienda ha infatti deciso di ridurre l’organico a livello nazionale, chiudendo anche 18 stabilimenti produttivi in tutta Italia.


Ad aspettare il nuovo anno nella roulotte, donata da un cittadino di Montepulciano, sono stati alcuni operai e le loro famiglie. Infatti i lavoratori si sono organizzati in diversi turni, in modo da non lasciare mai il presidio. Sono infatti divisi in tredici turni da otto ore con cinque operai a turno. Si tratta infatti di un presidio permanente.


Gli operai della Rdb sono praticamente tutti in cassa integrazione, eccezion fatta per una segretaria e una decina di lavoratori che stanno terminando alcune commesse. L’azienda negli anni novanta era una delle eccellenze italiane e dava lavoro a più di 200 persone a Montepulciano e aveva ben 18 stabilimenti in Italia. Tutto però è cambiato nel 2007 con la quotazione in borsa della società. Le commesse infatti sono diminuite e i lavoro veniva spostato altrove.


A difesa dei lavoratori si sono mosse oltre alla cittadinanza anche le istituzioni locali, che hanno organizzato anche tavoli ed incontri con Rdb, che mai si è presentata. l’unico incontro a cui la società a partecipato è stato presso il Ministero dello Sviluppo, dove però non ha presentato nessun piano industriale.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*