Capoeira: mosse principali

Cultura

Capoeira: mosse principali

capoeira

Sono molte le mosse che si possono eseguire durante la Capoeira. Scopri quali.

La Capoeira, dopo il pallone, è senza dubbio la passione principale del Brasile e dei brasiliani. Questo sport, permette di ripercorrere le varie tappe storiche che hanno attraversato il Brasile nel corso dei vari secoli. Attraverso la Capoeira si può infatti studiare il lungo cammino di una Nazione segnato dalla colonizzazione portoghese.

La storia della Capoeira

La Capoeira racconta il dramma della schiavitù. La tradizione vuole che gli schiavi africani che lavoravano nelle piantagioni si allenassero a combattere, con tecniche di attacco e difesa, calci, prese, schive. Il tutto dissimulando la lotta con elementi di danza, per non insospettire i colonizzatori.

Alla fine dell’Ottocento, la capoeira venne ufficialmente proibita a livello nazionale, perché considerata un’attività pericolosa e sovversiva. Ma, neppure i divieti riuscirono a soffocare quest’arte, che continuò a sopravvivere, ad essere praticata per le strade, in modo clandestino. Quest’arte veniva praticata nei quilombos, le comunità fondate dagli ex schiavi spesso in luoghi isolati e lontanti dai centri urbani.

Nelle città i capoeiristas furono ben presto etichettati come gente malfamata, associati all’idea della delinquenza. Questo perché spesso la capoeira, molto pericolosa con i suoi golpes mortali, veniva usata per combattersi per le strade, sfidarsi e difendersi dalla polizia.

Nel 1932 il presidente-dittatore Getúlio Vargas, alla ricerca di un simbolo sportivo brasiliano, decise di promuovere la capoeira. Fu allora che a Salvador di Bahia Mestre Bimba (Manoel dos Reis Machado), fondatore della capoeira regional (il nome dello stile di gioco) e campione di batuque(un’antica lotta), fondò la prima accademia di capoeira nel mondo.

Le mosse principali

Nella Capoeira esistono mosse, colpi e movimenti che cambiano da gruppo a gruppo. I principali colpi della capoeira sono:

  • L’attacco armada. E’ un calcio circolare eseguito ruotando su se stesso e colpendo l’avversario alla tempia o al volto con la parte esterna del piede.
  • Un altro colpo famoso della Capoeira è il movimento acrobatico Aù. Non è altro che una ruota laterale simile a quella della ginnastica artistica ma con sguardo rivolto non tanto alle mani quanto all’avversario.

    Le braccia sono piegate e il movimento è fatto ruotando busto e bacino.

  • Un altro importante colpo è quello chiamato Aú sem mão, ovvero ruota senza mani. Questa mossa, invece, prevede un movimento acrobatico sotto forma di ruota senza poggiare le mani a terra, slanciando le gambe in un movimento circolare sopra il corpo e la testa dell’avversario.
  • La bênção, che letteralmente significa “benedizione”, è una delle mosse basilari della capoeira, consiste nel tirare un calcio diretto al torace del nemico, con la gamba posteriore che va in avanti. Il tallone del piede sinistro si scontra interamente con l’avversario spingendolo indietro.
  • E per concludere un’altra importante mossa della Capoeira è la Macaco. Consiste nel piegarsi e mettersi sulle gambe mettendo le braccia in avanti in modo da richiamare le sembianze di una scimmia. Così facendo una mano si mette dietro il sedere, in modo da buttare il peso sul braccio. Con una spinta da parte dei piedi e del bacino, le gambe passano sopra il corpo e la testa, formando uno spettacolare effetto compasso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche