Carciofi crudi: fanno bene o fanno male?

Guide

Carciofi crudi: fanno bene o fanno male?

Carciofi crudi fanno bene o fanno male?
Carciofi crudi fanno bene o fanno male?Carciofi in compagnia

Il segreto delle virtù del carciofo risiede nella cinarina, la sostanza aromatica che gli conferisce il caratteristico sapore amaro e molte delle sue proprietà benefiche e terapeutiche.

Contiene lo 0,15 % di grassi, il 3,1 % di proteine, il 5,4 % di fibre, l’1 % di zuccheri, l’85 % di acqua % e l’1,1 % di ceneri.
Questi i minerali del carciofo: è ricco di potassio, contiene calcio, sodio, fosforo, ferro, magnesio, zinco, rame, manganese e selenio.
Il carciofo contiene vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, B12, vitamina C, vitamina E, K e J.

Il carciofo contiene inoltre mucillagini e piccole quantità di composti flavonoidi con proprietà antiossidanti: beta-carotene, luteina e zeaxanthina.

Mangiare i carciofi crudi fa bene

La domanda sorge spontanea: i carciofi crudi fanno bene o fanno male?
Bisogna sapere che i carciofi sono tra i cibi migliori proprio per le loro proprietà: sono depurativi e diuretici. I carciofi crudi inoltre sono un potente anti colesterolo LDL (quello “cattivo”), mentre aumenta il colesterolo HDL, ovvero quello “buono” perché aiuta l’eliminazione del colesterolo cattivo.

I carciofi infine sono anche in grado di abbassare i trigliceridi nel sangue.

Carciofi crudi: proprietà

Tra le proprietà più note dei carciofi sono note quelle diuretiche e antiossidanti. Quest’ultima è la proprietà che garantisce il ritardo dell’invecchiamento degli organi (ma anche della pelle!). Non si può quindi dire che i carciofi fanno male: come anticipato i carciofi contribuiscono a diminuire il colesterolo cattivo nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*