Carciofi: proprietà nutritive e benefici

Donna

Carciofi: proprietà nutritive e benefici

I carciofi, un ortaggio ricco di sostanze benefiche per l’organismo umano, antitumorali, antiossidanti, contrastano l’insorgenza di malattie cardiovascolari, abbassano il livello di colesterolo nel sangue e contano appena 18 calorie ogni 100 grammi di prodotto edibile

I carciofi o Cynara scolymus è una coltura vegetale appartenente alla famiglia delle Asteraceae coltivata in Italia e in altri Paesi, soprattutto, per uso alimentare. Si tratta di un ortaggio ben conosciuto e consumato fin dai tempi antichi: già il popolo egiziano ne apprezzava le proprietà benefiche e nutrizionali. L’acido clorogenico e la presenza di composti flavonoidi con proprietà antiossidanti come il beta-carotene, luteina e zeaxanthina sono sostanze in grado di contrastare il processo di invecchiamento precoce dell’epidermide, de tessuti epiteliali e di prevenire le patologie aterosclerotiche e cardiovascolari come l’ictus, l’infarto, l’ischemia. Inoltre, la presenza di antiossidanti consente ai carciofi di essere una delle verdure più adatte a difendere l’organismo umano dall’azione dei radicali liberi, a rafforzare il sistema immunitario preservandolo dall’insorgenza delle cellule tumorali.

I polifenoli, in particolare la quercetina e la rutina, contenuti in dosi rilevanti nei carciofi vantano proprietà indiscutibili nei confronti dell’insorgenza del cancro al seno.

La cinarina, un acido presente nel carciofo (crudo, dato che cotto, i principi attivi vengono disattivati) favorisce la diuresi e la secrezione biliare. Questo acido permette di guarire il fegato dall’insorgenza di patologie quali l’epatite e la cirrosi. Grazie alla presenza dell’inulina e della cinarina, il carciofo vanta proprietà diuretiche e digestive, dato che abbassa i livelli di colesterolo e di trigliceridi nel sangue. Infatti, una delle proprietà assolutamente primarie e rilevati dei carciofi è quella di abbassare il colesterolo cattivo LDL e di tenere sotto controllo il colesterolo buono HDL, proteggendo dall’ipertensione e dal rischio di malattie cardiovascolari. Il buon apporto di potassio fa sì che i carciofi aiutino a neutralizzare gli effetti del sodio in eccesso, il quale cagiona un innalzamento della pressione sanguigna. Studi scientifici validato che i carciofi contribuiscono a regolare i livelli di zucchero nel sangue: ecco perché è consigliato per chi soffre di diabete.

I carciofi forniscono la giusta dose di vitamina K in grado di preservare il sistema nervoso, prevenire la degenerazione cerebrale dal rischio di insorgenza del morbo di Alzheimer-Perusini e di demenza senile.

Per quanto concerne l’apporto di calorie, i carciofi contano 18 calorie ogni 100 grammi di prodotto edibile; inoltre, sono costituiti dai seguenti macronutrienti quali: 0,15 % di grassi, il 3,1 % di proteine, il 5,4 % di fibre, l’1 % di zuccheri, l’85 % di acqua % e l’1,1 % di ceneri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche