CARE MOGLI… CONOSCETE DAVVERO I VOSTRI MARITI? COMMENTA  

CARE MOGLI… CONOSCETE DAVVERO I VOSTRI MARITI? COMMENTA  

Vi sveliamo il profilo tipico del marito infedele…Un uomo con più di 40 anni, con due figli, che lavora nel settore IT

Giugno 2012 – Vostro marito lavora per caso nel settore IT? Ha circa 40 anni con due figli? Ecco un’interessante scoperta fatta da AshleyMadison.com, il primo e più chiacchierato sito di incontri extraconiugali, che mette in guardia tutte le mogli rivelando il profilo del tipico marito infedele.

 
Il famigerato sito spiega quelle che sono le caratteristiche del classico marito infedele – un uomo che lavora nel settore IT, attorno ai 40 anni, che è sposato da oltre 10 anni e con 2 figli. L’indagine ha profilato i mariti infedeli, iscritti ad AshleyMadison.com, che sono alla ricerca di relazioni extraconiugali, scoprendo che fra gli utenti di sesso maschile il 76,5% sono padri di famiglia.

 
AshleyMadison.com ha fatto un’indagine su 11,453 padri che utilizzano il servizio, rivelando un quadro dettagliato del loro stile di vita:
 
– Età: molto probabilmente attorno ai quarant’anni

– Professione: lavora nel settore IT (10,6%), seguito dal settore finanziario (8,2%), nel campo dell’ istruzione (6,5%), medici (4,6%) e avvocati (3,8%) 

– Figli: due (44,6%), più di 4 anni (12.2)

Il 65,4% è sposato da più 10 anni, mentre il 5,9% da meno di un anno

Il 26,4% ha tradito 6 o più volte


L’indagine ha inoltre rivelato quali sono le principali motivazioni che spingono i padri, in apparenza felicemente sposati, a cercare una relazione extraconiugale: il 32,8% ammette di farlo perché si sente imprigionato in un matrimonio con una vita sessuale insoddisfacente, mentre il 29,7% lo fa per un desiderio di avventura.


AshleyMadison.com conferma che ogni anno si registra un aumento di iscrizioni pari a 3-5 volte maggiore proprio il giorno dopo la festa del papà. Il fondatore e CEO di AshleyMadison.com, Noel Biderman, sulla base dei dati sulle registrazioni e dei risultati del sondaggio, si aspetta un nuovo record di iscrizioni proprio nel giorno della festa del papà.

L'articolo prosegue subito dopo


“Molto spesso gli uomini sono delusi dal trattamento ricevuto all’interno della propria famiglia – proprio quella famiglia per cui lavorano così duramente. La festa del papà, ad esempio, è una di quelle ricorrenze in cui i mariti si aspettano di essere messi su un piedistallo dalla propria moglie, con la speranza di soddisfare quei desideri, che spesso sono proprio il motivo per i quali lavorano così duramente. I mariti si scontrano con lo stesso risultato, come ogni altro giorno – niente sesso, niente intimità, nessun apprezzamento.”

Leggi anche

1 Commento su CARE MOGLI… CONOSCETE DAVVERO I VOSTRI MARITI?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*