Carmen Consoli: 'Per avere Carlo sono ricorsa alla fecondazione assistita'

Carmen Consoli: ‘Per avere Carlo sono ricorsa alla fecondazione assistita’

Gossip e TV

Carmen Consoli: ‘Per avere Carlo sono ricorsa alla fecondazione assistita’

carmen consoli

La ‘cantantessa’ catanese Carmen Consoli in una lunga intervista rilasciata al settimanale “Grazia“, ha raccontato particolari inediti sulla propria esperienza di mamma. Per la prima volta ha rivelato di essersi rivolta ad un donatore anonimo per avere il figlio Carlo: “Per il mio bambino ho scelto il seme di una persona disponibile a essere contattata”.

Un particolare che la cantautrice siciliana non aveva mai rivelato pubblicamente. ‘Non voglio – ha dichiarato Carmen Consoli nell’intervista a Grazia – che Carlo (che oggi ha due anni e mezzo) passi la vita a cercare suo padre negli occhi di un uomo. E’ stato mio papà, scomparso nel 2009, a suggerirmi l’idea di avere un figlio da sola. Era anticonformista, libero, convinto della enorme superiorità delle donne’.

Carmen Consoli, anche sulla scorta dell’esperienza di Gianna Nannini, ha deciso di recarsi all’estero per sottoporsi alla fecondazione assistita. ‘Ci ho pensato a lungo, ho avuto un papà fantastico, ma poi ho capito che la cosa più importante era garantirgli un nucleo di amore.

Il mio bambino cresce circondato da una famiglia. Ho scelto un donatore disponibile a essere contattato, se e quando Carlo vorrà conoscerlo‘.

La curiosità di conoscere il padre è fortissima anche da parte della madre che immagina il padre come un energumeno grande e grosso, vista la stazza del figlio Carlo: ‘ Lo immagino come una specie di vichingo, grande e grosso, perché Carlo è così. Secondo me è buono e intelligente, certe cose le sento‘.

Carmen si è detta entusiasta della propria maternità e dell’esperienza fatta: ‘E’ come una lente che magnifica tutto. Ogni cosa viene impreziosita da questa presenza che mi ha riempito di senso della vita‘.

In futuro sogna un rapporto duraturo con un uomo, nell’ambito di una relazione solida che ancora non è stata capace di creare: ‘Non sono ancora riuscita a costruire un rapporto solido con qualcuno ma sento che a 55 anni magari mi sposerò’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche