Carrè Otis: “Come mi sono rovinata” COMMENTA


Carrè Otis ebbe un breve, ma incredibile boom alla fine degli anni’80 grazie al film “Orchidea selvaggia”, con Mickey Rourke reduce dal fortunatissimo “Nove settimane e 1/2”. Bellissima ed esotica pareva come destinata a diventare stella brillantissima del cinema e nuovo sex-symbol. Invece nulla di tutto ciò. Dopo il film iniziò una rovinosa relazione con lo stesso Rourke, fatta di eccessi e violenza. Poi l’aumento di peso e anche l’uso smodato del lifting.
Oggi la Otis si racconta nel libro “Beauty, disrupted”.

Commenta per primo "Carrè Otis: “Come mi sono rovinata”"

Commenta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato

*