CASA SCASAZZA: I CONTI NON TORNANO COMMENTA  

CASA SCASAZZA: I CONTI NON TORNANO COMMENTA  

Sabato 11 alle ore 21 e domenica 12 maggio alle  ore 16 va in scena “Casa Scasazza: i conti non  tornano“, commedia musicale che chiude la stagione teatrale 2012/2013  del Cardinal Massaia di Torino.
 l’aggiunta di nuovi personaggi e storie che seguono le vicende di Totò  Scasazza, siciliano trasferito al nord, disoccupato a causa della crisi, e di sua moglie Mariuccia, commessa in un  negozio di scarpe di Torino. Con loro, in casa, il figlio ventenne Gioacchino,  ragazzo dal carattere molto influenzabile e dal cuore d’oro, e la sorella di  Totò, Rosalia Scasazza, zitella avvizzita e molto devota. Completano il  quadro eccentrici personaggi abitanti del palazzo: la Contessa Olimpia Agusta  Degli Ubaldi, contessa di nome ma non di fatto, romana trasferitasi a Torino, e  la stravagante performer Agnieska Capulova, chiamata da tutti Jagna, giovane  attrice polacca senza né arte né parte. In questo capitolo, la famiglia  Scasazza si farà abbindolare, suo malgrado, da un predicatore televisivo, tale  Dulbecco Conti: l’uomo cercherà in realtà di spillare soldi alle già provate  casse della famiglia. Due ore di puro divertimento, con numerose gag  accompagnate da moltissime coreografie e momenti d’avanspettacolo, come il  teatro di una volta. In chiave umoristica, si rifletterà sui problemi  dell’Italia che nonostante la crisi, ha ancora voglia di svagarsi e di prendersi  in giro.
Sul palco, diretti da Francesco D’Alessio (che è anche interprete): Lorenzo Li  Calzi, Valeria Bottari, Daniela Corona, Giorgia Zambrini, Erika Barbagallo,  Alessio Burgio, Michela Dovolich, Moritz Ceste, Gianluca Aquilano, Valentina  Barberis, Francesca Di Ruscio, Agnese Scarpelli, Mariagrazia Cantanna, Stefano  De Sio.

Inoltre con Laura Forleo e Luisella Borio. Sceneggiatura di Francesco  D’Alessio, Lorenzo Li Calzi, Gabriele Pellegrino. Coreografie di Giorgia  Zambrini, Pamela Benincasa, Fabrizio Rago, Vito Rastelli, Federica Colò, Daniele  Ossola, Tommaso Grimaldi.

Luci di Carola Benedetti. Scenografie di Sara  Migliorini. Costumi di Monica Cafiero.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*