Caso Bergamini: la Maserati non aveva il doppio fondo. Ma i dubbi restano COMMENTA  

Caso Bergamini: la Maserati non aveva il doppio fondo. Ma i dubbi restano COMMENTA  


Ma è davvero possibile che Denis Bergamini sia stato ucciso per un futile litigio o per motivi passionali? Sono queste le domande che si sta facendo il Nucleo Operativo dei Carabinieri di Cosenza prossimi ormai a tirare le fila sulla scomparsa del giocatore rossoblù avvenuta in circostanze che via via stanno divenendo sempre meno misteriose dopo che, nello scorso febbraio, la perizia dei Ris aveva accertato che la ferita nel bacino non fu dovuta ad un trascinamento del corpo da parte del camion sopraggiunto in seguito. Poche ore dopo la scomparsa di Carlo Petrini, una delle persone-chiave per gli sviluppi dell’indagine perché primo a sostenere anche per iscritto che la tesi del suicidio non era accettabile, sono i Ris a mettere un altro punto fermo.

Leggi anche: Siviglia-Juventus 1-0, i bianconeri si qualificano come secondi


La triste vicenda non deve essere ricollegata ad una vicenda di malavita locale o ad un traffico di droga: tutto questo perché la famigerata Maserati di Bergamini non presentava il doppio fondo come invece sospettato per anni.

Leggi anche: Champions League: Roma-Bate Borisov, le probabili formazioni

Denis quindi non avrebbe fatto da corriere inconsapevole di sostanze stupefacenti e non ha pagato per aver “saputo troppo”. Ma i dubbi restano. Come giustificare infatti le foto di “Chi l’ha visto” che mostravano il doppio fondo? E come giustificare il fatto che Bergamini acquistò la Maserati da un parente dell’ex fidanzata Isabella Internò chiaramente implicato con la malavita ed il traffico di droga?

Ma tant’è e e indagini si stanno spostando altrove attribuendo quello che è ormai per tutti stato un omicidio ad una vicenda strettamente personale tra Bergamini ed un gruppo di conoscenti o presunti tali, magari quelli che lo hanno raggiunto con una telefonata proprio in quel sabato pomeriggio del 18 novembre 1989 quando il giocatore abbandonò di gran fretta il cinema in cui si trovava con alcuni ex compagni alla vigilia della partita contro il Messina.

Dal cinema Bergamini partì in macchina insieme ad Isabella. La ragazza sarà una figura chiave: la sua figura è piena di contraddizioni, dai confusi momenti del soccorso alle testimonianze che hanno sempre insistito sulla tesi del suicidio.

L'articolo prosegue subito dopo

Ma è stata lei l’ultima a vedere Denis da vivo: ed anche per questo rischia di essere la prima sospettata.

Leggi anche

serie-b-2016-2017
Calcio

Serie B, 18a giornata, ecco tutte le partite del fine settimana

Questa sera torna in campo la serie B. Nel fine settimana si giocheranno i match della 18a giornata di campionato: ecco le partite in programma. Scendono in campo nel fine settimana le squadre della serie B. In programma le sfide della 18 esima giornata del campionato italiano di calcio di serie B. Si parte già questa sera con il primo anticipo e si conclude domenica pomeriggio con l’ultima sfida fra Brescia e Novara. Stasera si disputa l’anticipo della 18 esima giornata del campionato di serie B. Alle 20.30 si troveranno di fronte il Pisa e il Bari. I toscani, in Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*