Cassano: dopo Morosini volevo mollare il calcio COMMENTA  

Cassano: dopo Morosini volevo mollare il calcio COMMENTA  

In un’intervista a “Chi”, in uscita domani, Antonio Cassano, attaccante del Milan, confessa che, dopo aver assistito alla morte di Morosini, ha seriamente pensato di abbandonare il calcio. “Dopo l’operazione al cuore c’era ottimismo, ma dopo aver visto morire improvvisamente in campo atleti come Bovolenta e Morosini volevo mollare”. Il giocatore barese, infatti, dopo la partita Roma-Milan dello scorso autunno, era stato ricoverato a causa di un ictus ischemico. Dopo aver saputo della morte in campo di Morosini, “Sembravo incapace di intendere e di volere. Mia moglie era preoccupata. Fissavo il muro, seduto sul mio divano. Volevo farla finita con il calcio. Ho detto: ‘Mollo tutto. Ragazzi, qui mi gioco la vita’. Quando mi hanno comunicato che potevo tornare a giocare ho pianto”.


Nonostante il grave problema che l’ha colpito, Antonio Cassano si è rivelato essere tra i migliori dei rossoneri in questo finale di stagione, come dimostrato, ad esempio, nel match contro il Siena.

Tanto che quasi sicuramente Cesare Prandelli lo porterà con sé ai prossimi Europei: “Il mister Cesare Prandelli mi dato sempre la sua fiducia, non mi ha mai mollato.

Ora ci aspettano i campionati europei ed io sono pronto. Speriamo di far bene!”

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*