Cassazione boccia Stamina: metodo non scientifico e pericoloso

News

Cassazione boccia Stamina: metodo non scientifico e pericoloso

Foto Roberto Monaldo / LaPresse12-07-2013 RomaCronacaIstituto Superiore di Sanità - Audizione del prof. Davide Vannoni presso il comitato scientifico che dovra' guidare la sperimentazione del metodo StaminaNella foto Davide Vannoni al suo arrivo all'ISSPhoto Roberto Monaldo / LaPresse12-07-2013 Rome (Italy)Hearing of dr. David Vannoni at the Scientific Committee of ISS (higher institute of health)In the photo Davide Vannoni

La Suprema Corte si è pronunciata sul metodo Stamina ideato da Davide Vannoni. Secondo i giudici della Cassazione il metodo non possiede alcuna validità scientifica, inoltre vi sono dei rischi inerenti l’utilizzo delle cellule staminali che lo renderebbero anche pericoloso. La Cassazione dice “no” alla cura in tre diverse sentenze, in cui è stata rigettata la richiesta di dissequestro dei materiali per le infusioni presso gli Spedali Riuniti di Brescia inoltrata dallo stesso Vannoni e dai parenti di alcuni malati che volevano sottoporsi alle infusioni.

I giudici hanno sottolineato che il trattamento Stamina è “potenzialmente pericoloso per la salute pubblica”. Il protocollo presentato da Stamina Foundation è privo di riferimenti scientifici e le metodiche non sono state descritte in maniera precisa e dettagliata. A detta dei giudici della Suprema Corte, il trattamento Stamina è un medicinale “imperfetto”, in quanto non realizzato secondo prescrizioni scientifiche rigorose o secondo i precetti farmaceutici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche