Cassazione: multa strisce blu nulla se nelle vicinanze non c’è area sosta gratis

Attualità

Cassazione: multa strisce blu nulla se nelle vicinanze non c’è area sosta gratis

ausiliari_del_traffico-638x425

Ormai le strisce blu hanno invaso le aree dei centri urbani a scapito di quelle bianche, costringendo gli automobilisti a pagare il ticket orario per sostare. Proprio grazie a questo sistema le amministrazioni comunali riescono a rimpinguare le casse vuote. Ma di recente la Corte di Cassazione si è pronunciata a favore degli automobilisti, con l’ordinanza n. 18575 del 3 Settembre 2014. In base a tale provvedimento la Suprema Corte stabilisce che il verbale è nullo se il Comune non dimostra la presenza di aree destinate alla sosta gratuita nelle vicinanze di quelle a pagamento.

Gli automobilisti, cioè, potranno ottenere l’annullamento della multa per mancato pagamento dell’importo del grattino se il Comune non prova l’esistenza di zone a parcheggio libero nelle “immediate vicinanze”. Per i giudici, quindi, è a carico del Comune produrre le ordinanze che regolamentano la sosta nell’area. Questo è un provvedimento che di certo farà discutere, ma che di sicuro renderà più facile l’annullamento di multe per omessa esposizione del ticket.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche