Catalogna indipendente: Puigdemont annullata la dichiarazione programmata
Catalogna indipendente: Puigdemont annullata la dichiarazione programmata
Esteri

Catalogna indipendente: Puigdemont annullata la dichiarazione programmata

Catalogna indipendente
Catalogna indipendente: arrivano le ultime notizie che vedrebbero il premier Puigdemont annullare la sua dichiarazione programmata delle 14.30 di oggi.

Catalogna indipendente: arrivano le ultime notizie che vedrebbero il premier Puigdemont annullare la sua dichiarazione programmata delle 14.30 di oggi.

Infuria ancora la battaglia tra la Spagna di Rajoy e la Catalogna indipendente (o quasi) di Puigdemont. Lo scontro politico tra i due è altissimo. Le proposte che vedono contrapposte le due anime della Spagna non sembra vi siano esclusioni di colpi. La posta in gioco è altissima e la situazione non è per niente chiara per nessuna delle due parti. Sono settimane che l’Europa resta a guardare col fiato sospeso l’evoluzione continua di questo scontro politico dai confini fumosi.

Catalogna indipendente: ultime notizie

La Spagna unita di Rajoy minaccia di applicare l’articolo 155 della costituzione spagnola in caso di dichiarata indipendenza. Un fatto mai accaduto nella Spagna contemporanea. In cosa consiste questo articolo speciale della costituzione? Si tratta dell’assunzione diretta degli apparati amministrativi della Catalogna, con un conseguente scioglimento della camera catalana. L’assunzione amministrativa diretta investirebbe anche l’apparato di polizia e riguarderebbe anche l’assunzione diretta del controllo degli organi di stampa e di informazioni catalani.

Anche la TV verrebbe a trovarsi sotto il controllo diretto di Madrid. Una cosa mai accaduta prima, che potrebbe avere ripercussioni fortissime a livello locale e a livello europeo. I responsabili del governo catalano, tra cui lo stesso Carles Puigdemont potrebbero essere arrestati con l’accusa di sedizione popolare e tentato golpe. Accuse pesantissime, punibili con lunghi anni di detenzione.

Al momento sembra che un accordo tra le parti in causa si sia riuscito a trovare, grazie alla mediazione del partito socialista spagnolo e del partito basco. Secondo l’accordo il governo catalano potrebbe sciogliere le camere e indire delle libere elezioni previste per il prossimo 20 Dicembre. Facendo ciò, la Spagna guidata da Mariano Rajoy dovrebbe annullare la drastica decisione di applicare l’articolo 155 della Costituzione Spagnola. Un accordo che sembrava aver messo d’accordo entrambe le parti, e che Puigdemont avrebbe dovuto comunicarlo alla gente della Catalogna indipendente in una conferenza stampa prevista per oggi pomeriggio attorno alle ore 14.30, ore locali.

La dichiarazione avrebbe dovuto annunciare l’avvento delle prossime elezioni. Ma pare sia stata annullata.

La dichiarazione annullata

Non c’è ancora un motivo alla base di questo improvviso atto del presidente catalano. Al momento è il bersaglio di un fuoco incrociato dai suoi stessi compagni di ventura: una parte di essi vorrebbe la proclamazione immediata dell’indipendenza; gli altri invece vorrebbero salvaguardare le istituzioni di autogoverno, chiedendo le elezioni anticipate, una decisione che fermerebbe il commissariamento minacciato. Infine una terza frangia vorrebbe il ritorno della Catalogna al voto.

La situazione resta al momento tesa e confusa, con un governo spagnolo al suo interno, a sua volta, diviso tra chi vuole dialogare con la Catalogna (PSOE) e chi invece vorrebbe passare direttamente all’assunzione del controllo (Popolari di Rajoy) diretto. Dense all’orizzonte le nubi che coprono il destino della Catalogna al momento. La stampa internazionale attende impaziente nuove notizie sul caso spagnolo.

Con loro anche gli spagnoli tutti attendono trepidanti le decisioni che verranno fuori da questo scontro politico massiccio. Un unicum nella storia della Spagna odierna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche