Catania, confermati gli arresti domiciliari per tre indagati nell’inchiesta “i treni del gol”

Catania

Catania, confermati gli arresti domiciliari per tre indagati nell’inchiesta “i treni del gol”

L’inchiesta “i treni del gol” che travolse nel mese di giugno, i vertici del Calcio Catania, scrive una nuova pagina giudiziaria, in attesa dei provvedimenti disciplinari che dovrà emettere la procura federale.

Il Tribunale del Riesame etneo ha rigettato i ricorsi presentati dagli avvocati difensori degli imputati Arbotti Fernando, Di Luzio Piero ed Impellizzeri Giovanni Luca, che pertanto rimarranno ancora sottoposti al regime degli arresti domiciliari.

Nella sentenza il Tribunale della Libertà ha confermato le accuse in merito ai ruoli svolti dai tre indagati nell’ambito degli illeciti sportivi commessi dalla dirigenza del Catania, al fine di alterare i risultati delle gare del campionato di serie B, sia per ottenere una facile permanenza della società etnea nel campionato cadetto che per fini legati alle scommesse sportive. Per il presidente Pulvirenti e l’ex a.d. Pablo Cosentino, gli arresti domiciliari erano stati revocati alcune settimane fa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*