Catania, il Comune batte cassa: in arrivo 19 mila avvisi di riscossione

Catania

Catania, il Comune batte cassa: in arrivo 19 mila avvisi di riscossione

CATANIA – Il Comue di Catania per recuperare preziose risorse finanziarie ha deciso di combattere l’evasione e il sommerso che regna nel catanese. Nei prossimi giorni l’amministrazione comunale invierà, ai cittadini poco virtuosi, 19 mila avvisi di accertamento su tributi non corrisposti. L’iniziativa è adottata dopo i controlli eseguiti per contrastare fenomeni di evasione tributaria, incrociando dati dichiarati dai contribuenti con quelli in possesso di altre banche dati. “Il nostro obiettivo – spiega il sindaco Raffaele Stancanelli – è fare pagare tutti facendo pagare quanto è giusto. Coi contribuenti abbiamo improntato rapporti fondati sulla fiducia e sulla collaborazione e per questo gli uffici comunali di palazzo dei Chierici ogni giorno ricevono i contribuenti per fornire elementi utili a garantire la correttezza della loro posizione tributaria nei confronti del Comune di Catania”. “E’ interesse di tutti – sottolinea il sindaco – dare sempre maggiore incisività alla lotta all’evasione e distribuire il carico tributario rispettando equità e correttezza.

Collaborare a questo lavoro di riordino e di rispetto delle regole – conclude Stancanelli – è un modo per premiare la larga parte dei cittadini che pagano regolarmente e nei tempi dovuti le tasse”. Filippo Cannizzo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*