Catania, maxi sequestro di beni per il mafioso Roberto Vacante COMMENTA  

Catania, maxi sequestro di beni per il mafioso Roberto Vacante COMMENTA  

Un agente della Dia foto generica di agente di spalle con pettorale e paletta CIRO FUSCO /ANSA /DBA

Un altro duro colpo della Dia di Catania è stato inferto ad un uomo affiliato al clan Santapaola. Si tratta di Roberto Vacante, genero del fratello del capo Nitto Santapaola, al quale sono stati sequestrati beni per un valore di 2 milioni di euro.

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Catania, mentre Vacante è stato sottoposto al regime della sorveglianza speciale per 2 anni e 6 mesi, con l’obbligo di soggiornare nel Comune etneo.

I beni sequestrati appartenevano a persone legate da parentela o ad altri prestanome riconducibili al genero del boss, anche per la forte sperequazione fra quanto dichiarato al fisco da Roberto Vacante, e la grande quantita di patrimonio posseduto. Per questa ragione il tribunale ha accolto la presunzione di una illecita acquisizione patrimoniale derivante da attività delittuose.

La certezza dell’appartenenza di Vacante al clan dei Santapaola è scaturita da dichiarazioni rese da diversi collaboratori di giustizia, e da due sentenze della magistratura, passate in giudicato, che lo hanno visto condannato per associazione mafiosa.

L'articolo prosegue subito dopo