Cattivi maestri, pessimi esecutori

Politica

Cattivi maestri, pessimi esecutori

Cattive sirene cantano e poi i fatti seguono. Si moltiplicano in Italia i fenomeni di intolleranza e violenza nei confronti di immigrati, omosessuali e minoranze in genere. Si profitta della debolezza o differenza dell’altro per attribuirgli tutti i mali e sfogare, di conseguenza, la propria smania di protagonismo e le proprie tenebre interiori. Ogni tanto spunta il dibattito se gli italiani siano razzisti o meno. La realtà è complessa ed è sempre pericoloso dare definizioni univoche; certo quel che si vede non conforta chi abbia a cuore i diritti umani. La responsabilità, ovviamente, è sempre individuale, ma il contesto conta. Se istituzioni politiche, culturali o religiose predicano male e troppo contro qualcuno, immediatamente lo espongono a possibili reazioni. Alle volte si mitizzano delle figure facendone quasi dei mostri da cui guardarsi con ogni mezzo. Non è quello che sta forse accadendo intorno al termine clandestino? Io non mi farei mai ridurre a una pura funzione e penso che anche a voi non piacerebbe essere discriminati per un solo vostro tratto, talvolta nemmeno essenziale.

…continua.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...