Cavezzo, il terremoto non da’ tregua COMMENTA  

Cavezzo, il terremoto non da’ tregua COMMENTA  

Gli abitanti del paese e delle zone limitrofe, San Felice sul Panaro e Mirandola, Finale Emilia, scuotono la testa. Questa volta la terra ha tremato altre due volte, la prima sempre di notte alle 3,53 con magnitudo 2 ad una profondità di 9,7 chilometri, la seconda e’ stata più forte ed ha raggiunto magnitudo 3 alle 20,26 di ieri.

Il caldo, la paura, la difficile via per la riscostruzione abbattono ulteriormente centinaia di sfollati che ancora vivono in condizioni igienico sanitarie davvero precarie.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*