C’è qualche motivo per non bere tè verde?

Guide

C’è qualche motivo per non bere tè verde?

I benefici del tè verde sono abbastanza noti e anzi aumentano ogni giorno sempre di più.

La maggior parte di questi benefici sono associati alla presenza di antiossidanti, che stimolerebbero le difese immunitarie, diminuirebbero i rischi del cancro e aiuterebbero a prevenire gli ictus.

Ma, come tutte le cose, anche il tè verde ha i suoi effetti indesiderati, sebbene i benefici abbiano ben più importanza.

Caffeina

Il tè verde contiene caffeina.

Generalmente una tazza di tè verde contiene dai 30 ai 60 milligrammi di caffeina, contro i 100 di una tazza di caffè. Ma si sa, bere troppa caffeina ha i suoi effetti collaterali, primo fra tutti l’insonnia. Può causare anche un eccessiva minzione, disturbi di stomaco o persino orticaria o altre reazioni allergiche, nel caso di una particolare sensibilità alla caffeina.

Effetti in Gravidanza

In gravidanza o durante l’allattamento è vivamente sconsigliato alle donne di bere tè verde, proprio per la presenza di caffeina.

Un eccessivo consumo di tè verde è associato a un abbassamento del livello di acido folico nelle donne incinte, che può causare disturbi al sistema nervoso del bambino.

Durante l’allattamento, poi, bisogna evitare di assumere caffeina per non farla assimilare al bambino tramite il latte materno.

Anemia

Il tè verde contiene tannino, che assunto in grandi quantità può inibire l’assorbimento di ferro del sangue.

Questo può causare anemia, in particolare tra le donne che hanno già carenza di ferro.

Macchie dentali

Un grande consumo di te può causare un ingiallimento dei denti. Il Dr Andrew Weil consiglia a questo proposito di bere tè verde di buona qualità perché è meno probabile che macchi i denti. Un tè di scarsa qualità ha, infatti, un colorito più scuro quando lo si prepara.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*