Cecile Kyenge e lo “ius soli”, il Pdl non è d’accordo

News

Cecile Kyenge e lo “ius soli”, il Pdl non è d’accordo

E’scontro nel Governo sui delicati temi dei diritti civili. Il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge si è espressa a favore di un provvedimento che conceda la cittadinanza italiana a tutti coloro che nascono nel nostro Paese. Kyenge ha dichiarato di voler aprire un dialogo con il Pdl per introdurre la nuova legge che introduca in Italia lo “ius soli”. Anche la Presidente Laura Boldrini si è espressa favorevolmente su questa iniziativa della Kyenge. Ma sul fronte del Pdl la replica è durissima: “questa legge sarebbe una minaccia per il Governo”, dichiara Gasparri.

Anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha affermato: “E’ una follia che i figli degli immigrati che nascono qui non siano italiani”. Il ministro Kyenge intende prioritraimente stabilire il riconoscimento del passaporto di figli di “immigrati consolidati” che siano nati nel nostro Paese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche