C’era una volta … la fiaba che cura COMMENTA  

C’era una volta … la fiaba che cura COMMENTA  

Le fiabe affondano le loro radici nella cultura popolare, e da sempre sono state raccontate ai bambini per aiutarli a guardare un faccia le loro paure e a sconfiggerle. E’ un meccanismo, secondo gli psicologi, che funziona anche con gli adulti.


Inventare una storia infatti è alla portata di tutti, perchè non richiede competenze e risponde all’esigenza di dare voce al proprio mondo interiore. Aiuta a placare l’ansia perchè porta alla luce i propri conflitti nascosti.


Ecco come fare. Scegliere con cura il momento adatto, quando si può spaziare con la fantasia; utilizzare il classico “C’era una volta…, che rappresenta l’inizio di una storia, a cui poi seguirà una fase di “crisi”, rappresentata da pericoli da evitare o da opportunità da cogliere; definire chi è il protagonista, qual è il suo scopo, chi sono i suoi amici e chi sono i suoi nemici, chi gli aiutanti e gli strumenti magici che lo aiuteranno a realizzare ciò che desidera.


Utilizzare la classica chiusura “… e vissero tutti felici e contenti”, dove la soluzione porta consolazione e permette di sbloccare la creatività personale, individuando percorsi e soluzioni nuove.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Irene Ferri

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*