Cercasi esorcisti: in Italia boom di richieste per liberarsi dal diavolo

News

Cercasi esorcisti: in Italia boom di richieste per liberarsi dal diavolo

cercasi esorcisti in italia
cercasi esorcisti in italia

In Italia c’è il boom di richieste per farsi liberare del demonio, sono mezzo miioni i riti compiuti ogni anno. Il problema è che mancano gli esorcisti

Negli ultimi anni è cresciuto esponenzialmente il numero di richieste di esorcismo in Italia, ma purtroppo mancano gli “scaccia-diavoli”. Nelle diocesi i vescovi generalmente incaricano un sacerdote, il quale si dovrà occupare del rito, ma gli esorcisti sono pochi rispetto alle richieste.

Alcuni tra gli ultimi avvenimenti come la recente morte del loro decano, padre Gabriele Amorth e il premio ricevuto alla mostra del cinema di Venezia dal documentario «Liberami» dell’antropologa e regista Federica Di Giacomo ha acceso i riflettori su un mondo poco conosciuto che ci circonda, e che a nostra insaputa è fortemente radicato e in continua crescita.

Sono in molti al giorno d’oggi a temere di essere indemoniati, ma pochi lo sono davvero. Sentono strane presenze, hanno comportamenti fuori dall’ordinario, anche se quasi sempre sono solo depressi cronici, persone affette da varie patologie, sindromi psicologiche.

Gli esorcisti consigliano sempre di capire bene se effettivamente si tratta di un indemoniato o se semplicemente si è affetti da altre patologie.

Per questo elenchiamo qui di seguito i segni esteriori che distinguono un indemoniato da un malato psichiatrico: «Viso deformato, voce cavernosa, frasi pronunciate in lingue arcaiche a lui del tutto sconosciute in stato cosciente, una forza fisica smisurata e del tutto assente nel soggetto in condizioni normali, reazioni violente alle preghiere di liberazione e all’acqua santa».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...