Cercasi spalatori a Milano, boom di italiani

Milano

Cercasi spalatori a Milano, boom di italiani

E’ un vero e proprio boom di italiani quello registrato in occasione del reclutamento di spalatori di neve nella città di Milano. Numeri in netta crescita rispetto agli anni passati, con un +25% di persone in più, rispetto allo scorso anno, pronte a imbracciare una pala per rimuovere la neve da strade e marciapiedi. E ciò che più colpisce è la grande quantità di italiani, pari all’85% delle oltre 3400 domande presentate. Numeri legati alla crisi che ha spinto molte persone a cogliere l’opportunità di un lavoro che, seppur per un periodo di tempo limitato, può dare una mano a rimpolpare il portafogli. Gli spalatori di neve infatti verranno pagati 75 euro al giorno o 90 euro nel caso lavorino di notte. Lo scorso nano gli spalatori italiani erano il 5% in meno rispetto al 2013 mentre nel 2010, quando è cominiciato il reclutamento online, erano il 7% in meno. Invece tra gli stranieri, gli egiziani sono i più numerosi, seguiti dai romeni; poche invece le donne, solo il 10% mentre il 25% dei candidati ha più di 40 anni.

Luciano Recaldini, responsabile del personale dell’Amsa che gestisce il ciclo dei rifiuti e pulisce le strade di Milano ha spiegato: “Ora paghiamo con i voucher Inps entro 20 giorni dalla giornata lavorata anche per non dover gestire buste paga o simili”. I candidati vengono contattati entro poche ore dalla comunicazione del comune, fino all’anno scorso telefonicamente mentre quest anno via sms.

Coloro che confermano devono trovarsi alle 7 del mattino seguente a una fermata della metropolitana per poter raggiungere il punto di ritrovo anche nel caso in cui la città sia bloccata. Qui un caposquadra dipendente Amsa ha la lista del gruppo, spiega il lavoro e consegna l’attrezzatura.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...