Cgil in allarme: A marzo la cassa integrazione esplode

Roma

Cgil in allarme: A marzo la cassa integrazione esplode

La Cgil è in allarme per la richiesta di cassa integrazione relativa al mese di Marzo, la peggiore degli ultimi 10 mesi, che sfiora i 100 milioni di ore. Da Gennaio 455 mila lavoratori italiani hanno subito un taglio del reddito pari a circa 900 milioni di euro, ossia 1.900 euro per ogni singolo individuo segnando un + 21,63% su Febbraio. A Marzo il ricorso della cassa integrazione ordinaria è del +12,83% su Febbraio, mentre quella straordinaria è del + 30,93% contro il -14,65% dello scorso anno. Nel primo trimestre il cig ha subito un aumento del +21,79% rispetto allo scorso anno. Infine la cassa integrazione in deroga a Marzo aumenta del +7,27% sul mese precedente. Fra le regioni italiane si collocano al primo posto Lombardia, Piemonte e Veneto; al centro detiene il record negativo il Lazio, mentre per il sud la Puglia ricorre maggiormente alla cig: I settori più colpiti sono meccanica, commercio ed edilizia.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Clochard
Roma

Vaticano: clochard allontanati da piazza San Pietro

22 settembre 2017 di Alice Scolamacchia

Gendarmeria vaticana ha allontanato i senzatetto per esigenze di “decoro” pubblico in un luogo frequentato da migliaia di pellegrini e turisti. Il direttore della Sala stampa della Santa Sede: “Questioni di sicurezza”. La sera potranno continuare a dormire sotto portici.