Champions: impresa Chelsea, Drogba stende il Barça (1-0) COMMENTA  

Champions: impresa Chelsea, Drogba stende il Barça (1-0) COMMENTA  

Chissa cos’avrà pensato Max Allegri, ammesso e non concesso che abbia guardato la semifinale di Champions cui avrebbe voluto partecipare. Ma se l’ha fatto un moto di rabbia non può non averlo percorso nel vedere che la stessa tattica difensiva attuata dal Milan, contestata dentro e fuori dalla società, era davvero l’unica possibile per fermare il Super-Barcellona. Il risultato è che c’è molto di italiano nell’impresa del Chelsea di Di Matteo che batte seppur di misura i blaugrana nella semifinale d’andata costringendo Messi e compagni alla remuntada nel ritorno, proprio come dovrà fare il Real contro il Bayern per scrivere la finale più annunciata: e nell’attesa, le due deluse si troveranno di fronte sabato al Camp Nou. L’ultima volta in cui il Barcellona ha dovuto rimontare non finì bene, contro l’Inter, ed ora gli stessi tormenti animano il cuore di Guardiola visto che l’1-0 con cui si è chiusa gara 1 è un risultato particolarmente infido. La serata è comunque storica perché ha registrato una delle tre sconfitte del Barcellona nelle gare ad eliminazione diretta nelle ultime cinque edizioni della Champions oltre che, per la prima volta nell’era Guardiola, la prima doppia trasferta consecutiva di Coppa senza trovare la via della rete.


Ma a differenza di quanto successe a San Siro, dove Ibra e Robinho sbagliarono l’impossibile, i blues hanno capitalizzato l’unica occasione avuta nei 90’: secondo di recupero del primo tempo, Lampard ruba palla a Messi e serve Ramires, il cross del brasiliano non viene letto bene da Mascherano che si perde Drogba e per l’ivoriano battere Valdes è fin troppo facile. Sarà l’unica volta in cui il portiere catalano vedrà da vicino il pallone ma il risultato non deve far gridare troppo allo scandalo. Perché? Perché seppur penalizzato dall’atteggiamento ultra-difensivo degli inglesi, schierati con un 4-5-1 che ricorda da vicino quello della Lazio di Eriksson (e di Di Matteo) e due linee serratissime, la totale mancanza di pressing del Chelsea avrebbe dovuto consentire una maggior fluidità di gioco ai catalani che invece, almeno per tutto il primo tempo, si sono persi nel consueto tiqi-taqa quasi fine a se stesso.


Le occasioni non sono comunque mancate ma sono state fallite per eccessiva sicurezza, o se preferite troppa poca cattiveria: su tutti Sanchez, ancora sotto tono, e protagonista di una clamorosa traversa con un pallonetto in avvio di gara e di un incredibile gol sbagliato solo davanti a Cech in avvio di ripresa ma pure Fabregas che calcia per due volte troppo debolmente sottomisura mentre al 90’ è il palo a salvare i blues su tiro a botta sicura di Pedro. E Messi? La Pulce ha seminato il panico con le sue consuete percussioni centrali ma non ha regalato magie. Un altro motivo per poter parlare di una notte (quasi) irripetibile per il Chelsea.

Chelsea-Barcellona 1-0

Marcatori: 47’ p.t. Drogba

Chelsea: Cech; Ivanovic, Terry, Cahill, A. Cole; Mata (74’ Kalou), Meireles, Mikel, Lampard, Ramires (88’ Bosingwa); Drogba. (Turnbull, Essien, Malouda, Sturrige, Torres). All.: R. Di Matteo.

L'articolo prosegue subito dopo


Barcellona: Victor Valdes; Dani Alves, Mascherano, Puyol, Adriano; Busquets, Xavi (87’ Cuenca), Iniesta; Fabregas (78’ Thiago Alcantara), Messi, Sanchez (68’ Pedro). (Pinto, Piquè, Muniesa, Keita). All.: J. Guardiola.

Arbitro: Brych (Germania)

Ammoniti: Ramires, Pedro, Busquets e Drogba.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*