Champions League, Juventus-Monaco 2-1: si vola in finale. Ecco le pagelle

Calcio

Champions League, Juventus-Monaco 2-1: si vola in finale. Ecco le pagelle

Champions League, Juventus-Monaco 2-1: si vola in finale. Ecco le pagelle
Champions League, Juventus-Monaco 2-1: si vola in finale. Ecco le pagelle

La Juve batte il Monaco anche al ritorno. La finale del 3 giugno è realtà. Gol di Mandzukic e Dani Alves, nel primo tempo; Mbappè accorcia nel secondo.

Obiettivo raggiunto. E con assoluta scioltezza. La Juventus infligge altri due gol al Monaco, vincendo anche la gara di ritorno di queste semifinali di Champions League. La conquista del biglietto aereo per il Galles è più che meritata. La finale di Cardiff è più che una realtà. Sono trascorsi solo due anni dalla sconfitta di Berlino. Ecco, perciò, che la squadra bianconera avrà nuovamente l’opportunità di rigiocarsi l’ultimo atto e tentare la conquista la della coppa più ambita in Europa.

Un bilancio del match da parte bianconera?Squadra ineccepibile, forte e completa. Molto di più dei monegaschi i quali hanno rivelato tutti i loro ovvi limiti. Dani Alves è stato strepitoso. A Mandzukic, il merito di aver sbloccato il match. Il 3 giugno, percio, appuntamento in Galles. Il trofeo manca da 21 anni, al club bianconero.

Ecco le pagelle di Juventus-Monaco 2-1

Juventus

BUFFON: 6.5 – Inizio incerto. Esce aggressivo e a vuoto, colpendo Falcao.

È un miracolo che la questione sia finita lì. Ma per tutta la partita, si fa sempre trovare pronto, nel momento del bisogno.

BARZAGLI: 6 – Patisce le sgaloppate di Mbappé. A sostenerlo, l’esperienza e gli aiuti di Alves (dall’85’, BENATIA s.v.).

BONUCCI: 6 – Sebbene si distingua per la sua personalità, il gol subito poteva essere evitato.

CHIELLINI: 6.5 – Un muro. Lungimirante il suo salvataggio su Falcao.

ALVES: 8 – Indemoniato ma dal piede sempre educato. È suo il pallone che arriva a Mandzukic per la rete dell’1-0. Ed è suo lo splendido gol del 2-0 che chiude praticamente la partita.

PJANIC: 6.5 – Gara di sostanza. Duro nel recupero palla, preciso nella ripartenza.

KHEDIRA s.v. – Sfortunato. Dopo soli 10 minuti, esce per un problema al flessore della coscia sinistra (dal 10’, MARCHISIO: 6 – Senza picchi ma solamente facendo il suo compito).

SANDRO: 6.5 – Cavalcata epica, in occasione del primo gol.

Ordinato in copertura.

DYBALA: 6.5 – Imprendibile per i difensori avversari. Ha la sicurezza di un veterano, pur essendo poco più di un ragazzino… Peccato non sia stato sufficientemente freddo sotto porta in occasione del 2-0 (dal 54’, CUADRADO: 6: Ordinaria amministrazione. Tranne per quell’occasione mancata di ingrassare il bottino in cui si fa neutralizzare da Subasic).

HIGUAIN: 7 – Serve una palla d’oro per Mandzukic. Gioca molto per la squadra e regala esibizioni ineccepibili.

MANDZUKIC: 6.5 – Grande occasione (bruciata) al 25’, sparando addosso a Subasic. Si rifà dopo 10 minuti con il gol del vantaggio. Ci ha creduto.

All. Massimiliano ALLEGRI: 7.5 – La sua squadra è chirurgicamente perfetta. E lo è stasera, come una settimana fa, a Monaco. L’infortunio che gli toglie Khedira gli fa mandare in campo Marchisio che non lo delude.

Monaco

SUBASIC: 7 – Compie veri e propri miracoli. Prima con Mandzukic, poi su Dybala. Fa magie per tenere a galla il Monaco.

RAGGI: 5 – Inizia maluccio e si perde il primo gol.

Da quel momento, sono dolori.

GLIK: 4.5 – Appena la Juve si allarga, inizia a soffrire. Che pena stare dietro a Higuain e Dybala. Soprattutto perché, i due, scambiandosi spesso di posizione, mettono in crisi l’intera retroguardia monegasca.

JEMERSON: 5 – Già nel primo tempo non era proprio impeccabile. Poi, nella ripresa, cade insieme ai compagni sotto le sventagliate della Vecchia Signora.

MENDY: 4.5 – Lentissimo. Soffre tremendamente Dani Alves. E nella ripresa, è ancora peggio, perché si prende un giallo e rischia tirando la palla contro il guardalinee (dal 54’ FABINHO: 5.5 – Peggio del peggio. Tocca tanti palloni ma non ne gioca quasi nessuno).

SILVA: 5.5 – Qualche discreta giocata, nel primo tempo. Poi si spegne assieme alla sua banda (dal 69’ LEMAR: 5.5 – Poco incisivo. Non cambia il corso del match).

MOUTINHO: 6 – Ha idee buone e palloni interessanti. E nel momento del gol di Mbappé, si fa notare.

BAKAYOKO: 5.5 – Tanto rumore per nulla (dal 78’, GERMAIN s.v).

SIDIBE’: 6 – Corsa, tecnica e qualche buon tocco.

Ma non è sufficiente a ribaltare la situazione.

FALCAO: 6 – Il sinistro potente surriscalda i guantoni di Buffon. Peccato per i pochi palloni giocabili.

MBAPPE’: 6.5 – Sempre nel cuore delle azioni offensive. La sua velocità, infatti, mette paura persino a Barzagli. Meritato il gol del 2-1.

All. Leonardo JARDIM: 6.5 – Prova con l’aggressività e sembra andare bene. Ma, alla lunga, risulta evidente che i suoi non sono all’altezza della Juve. Soprattutto in difesa. Ciò nonostante, chiude una Champions League ottima, dopo aver mandato a casa Manchester City e Borussia Dortmund. Impossibile chiedere di più.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...