Champions League, Porto-Juventus 0-2: ecco le pagelle

Calcio

Champions League, Porto-Juventus 0-2: ecco le pagelle

Champions League, Porto-Juventus 0-2: ecco le pagelle
Champions League, Porto-Juventus 0-2: ecco le pagelle

La Juventus conquista il campo del Porto, nella gara di andata della Champions League. Allegri azzecca le sostituzioni e si porta a casa il successo.

Reti di Pjaca e Alves in un agguerrito secondo tempo per la Juventus che, in questi ottavi di finale di Champions League, si intasca una meritata vittoria. Le occasioni di gol sarebbero state molte di più. Complice il Porto rimasto in 10 per l’espulsione dell’ex interista Telles.

Ecco le pagelle.

PORTO

Casillas: 6 – Costretto a uscire con i piedi al limite dell’area, al 20′. Antenne alzate con Higuain. Incolpevole sui gol.

Pereira: 6 – Attivo nell’offensiva, dando respiro alla formazione portoghese. Un paio di cross interessanti dalla destra. Stop.

Felipe: 5,5 – Non è sembrato voler correre troppi rischi in area. Ha spazzato via la palla come se fosse stata una patata bollente. Zero volontà di controllo. Unico merito? Una chiusura in area su Higuain nel primo tempo.

Marcano: 5 – Il solo impegno non basta.

Cuadrado gli sfugge. Si accontenta di accorciare su Dybala. Ed è su queste leziosità, che Pjaca trova il gol.

Telles: 4 – Un minuto e mezzo, due falli. E’ cartellino giallo. Testa bassa. Gli sono toccate le urla di Brych.

Danilo: 5,5 – Schiacciato dagli attaccanti juventini.

Brahimi: 6,5 – C’è qualità, ma non trova la porta. Nel secondo tempo, tenta di rendersi pericoloso in area. E’ il giocatore più funzionale del Porto. Dal 74′, Jota: 5,5 – Quando entra in campo, la partita è ormai compromessa. Gioca con impegno e senza sbavature.

Neves: 5,5 – Apporta fantasia sin da subito. E’ costretto a tallonare Dybala. Dal 60′, Corona: 6 – Cerca di dare maggiore intensità all’offensiva. Cerca.

Herrera: 5,5 – Si impegna nel pressing. Fa salti mortali. Peccato che manca una buona palla di testa e proprio davanti alla porta di Buffon.

Silva: 6 – Ottimo, palla al piede a imboccare corridoi liberi. Ma solo nei primi minuti.

Dal 30′, Layùn: 6 – Si inserisce bene nelle dinamiche del match, attento in fase di contenimento.

Soares: 5,5 – Regala molta fisicità. Compito svolto in modo discreto. Peccato che scompaia nella ripresa.

All. Espirito Santo: 5 – Il Porto tiene nella prima mezz’ora. Poi Telles compromette la partita. Costretto a sacrificare Silva. Una scelta che condiziona (male) tutta la partita.

JUVENTUS

Buffon: 6 – In vacanza nel primo tempo. Dà sicurezza nella ripresa.

Lichtsteiner: 5,5 – Tempismo nelle chiusure dietro, ottime cavalcate in avanti. Nel secondo tempo, però, si becca un giallo meritato e si fa soffiare, un paio di volte, la palla, favorendo il contropiede del Porto. Dal 73′, Alves: 7 – Alla prima occasione, trova il gol del 2-0.

Barzagli: 6,5 – Ritorna dopo l’infortunio. Gioca con buona esperienza su Soares, limitandolo nei movimenti.

Chiellini: 6,5 – Tiene il ritmo della partita. Tampona Silva e commette fallo. E’ il più attivo nella linea arretrata.

Sandro: 7 – Spadroneggia sulla sinistra e costringe gli avversari a ripiegare.

Khedira: 7 – Recupera tanti palloni al centrocampo.

Tenta il gol con un colpo di testa, ma finisce a lato (di poco), e con un tiro dalla distanza.

Pjanic: 7 – Si muove con intelligenza, gestisce bene la palla e tenta spesso di aprire sugli esterni.

Cuadrado: 6 – Tra i giocatori più pericolosi. Attacca e rifugge dai difensori del Porto. Un po’ sfortunato nelle conclusioni e sbaglia qualche passaggio di troppo. Dal 67′, Pjaca: 7,5 – Prima rete con la maglia bianconera. Entra subito in partita e gioca con lucida sicurezza.

Dybala: 7 – Ottimo gioco tra le linee. Arriva al tiro ma non inquadra la porta. E il palo gli nega la gioia della rete. Dal 86′, Marchisio: s.v.

Mandzukic: 6,5 – E’ quello che si vede meno. Ma si fa sentire al bisogno.

Higuain: 6,5 – Perde l’attimo in area. Nel secondo tempo, prova un destro ma sfiora il palo.

All. Allegri: 7,5 – Confermata l’ottima scelta di castigare Bonucci.

Il tecnico bianconero conferma il modulo. Fa bene ad affidarsi alla coppia Barzagli-Chiellini. A rilanciare titolare Lichtsteiner e a puntare su Pjanic a centrocampo. I bianconeri? Prendono le misure agli avversari, controllano il possesso della palla. Indovinati i cambi nel secondo tempo: sono, infatti, Pjaca e Alves che decidono il match.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche