Charlie, taglia 38: non posso ridurmi le ossa per sfilare

Moda

Charlie, taglia 38: non posso ridurmi le ossa per sfilare

Charli Howard, modella inglese ventitreenne, dice basta alle restrizioni che la moda le impone. Fino ad ora lei non si è mai sottratta agli estenuanti ritmi di lavoro, alle sfilate, agli shooting fotografici. Charli, che pesa trentotto chili, si è sentita dire dall’agenzia di moda per la quale lavora da anni, che dovrebbe dimagrire ancora di più.

La giovane modella, sconvolta per una simile proposta, ha così risposto ai suoi agenti: «Mi rifiuto di sentirmi in colpa perché non raggiungo i vostri ridicoli e inottenibili standard di bellezza mentre voi state seduti tutto il giorno alla scrivania, divorando torte e biscotti e criticando me e le mie amiche per il nostro aspetto. Più ci costringete a perdere peso, più gli stilisti realizzeranno vestiti che si adattino alle vostre misure, e più le giovani ragazze si ammaleranno. Non è più un’immagine che voglio rappresentare”.

Per gli assurdi capricci dei suoi datori di lavoro Charli non intende assolutamente ridursi a pelle ed ossa.

“Recentemente ho cominciato ad amare le mie forme”, ha confessato la modella, che ora si piace e non vuole cedere ad alcun compromesso del genere dopo tanti trascorsi a combattere per ottenere la taglia 38.

1 Trackback & Pingback

  1. Charlie, taglia 38: non posso ridurmi le ossa per sfilare | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche