Château Lagrange Grand Cru Classé Aoc St. Julien 2005, Château Lagrange COMMENTA  

Château Lagrange Grand Cru Classé Aoc St. Julien 2005, Château Lagrange COMMENTA  

La denominazione St Julien, situata a sud di Pauillac, è una fra le più ricche di vini rossi di qualità di tutto il territorio bordolese, benchè non vi siano premiers crus.  Château Lagrange, classificato nel 1855 grand cru, si estende per 157 ettari di cui 115 dedicati alla coltivazione della vite.

L’annata 2005 qui a St Julien fu davvero eccezionale, molto asciutta (caddero 400 mm di pioggia a dispetto di una media annua di 900), piuttosto calda ma senza eccessi, con notti fresche e una buona escursione termica fra il giorno e la notte.

Dopo qualche pioggia sul finire di agosto, il sole di settembre portò a piena maturazione le uve fino alla vendemmia, che ebbe inizio il 21 settembre: il risultato sarebbe stato una composizione del blend per il 46% di Cabernet Sauvignon, 45% di Merlot e per il restante 9% di Petit Verdot.

Dopo 6 anni il prodotto che ci giunge nel bicchiere ha uno scintillante colore rosso rubino intenso, con un ricordo di riflessi ancora violacei; al naso è elegante, intenso, declinato sui sentori dei frutti di bosco maturi con ribes ben definito e preponderante, ampi fiori essicati, un sottile odore vaniglia seguito da richiami alla frutta, prugna in primis, e un principio di speziatura, con una bella nota tostata finale.

In bocca è ancora fresco, esprime un corpo pieno e succoso di frutta rossa, i tannini sono velutati, nel complesso ben bilanciato fra potenza e raffinatezza; il finale è lungo con una nota minerale che emerge proprio quando comincia a scemare il gusto fruttato preponderante.

Nell’insieme un grande vino, secondo me da riassaggiare fra altri 4 o 5 anni quando comincerà a puntare verso la piena armonia; ora lo porterei in tavola con quaglie al forno avvolte da una fascetta di pancetta.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*