Creatinina bassa nel sangue e nei bambini: cause e conseguenze

Salute

Creatinina bassa nel sangue e nei bambini: cause e conseguenze

livelli bassi di creatinina

Sono tanti i motivi che possono portare un adulto o un bambino ad avere livelli bassi di creatinina. Ecco quelli più diffusi.

Livelli bassi di creatinina: scopriamo in modo semplice da cosa sono causati, cos’è la creatinina e come si misura.

Cos’è la creatinina

La creatinina è una sostanza chimica di rifiuto prodotta dal nostro metabolismo muscolare. La produzione di questa sostanza è legata infatti al metabolismo che è un elemento fondamentale per il nostro sistema muscolare. La creatinina prodotta dai muscoli si introduce nel sangue e viene successivamente eliminata attraverso l’urina.

La creatinina è quella sostanza che permette di segnalare o meno la funzionalità dei reni, in quanto viene scartata proprio da questi ultimi. Tutta la creatinina prodotta viene eliminata sempre dall’urina, poiché il nostro organismo non riesce ad assorbirla. Se la concentrazione di questa sostanza è molto elevata nel sangue, potrebbe essere un sintomo di una malattia ai reni, che non sarebbero in grado di eliminarla. Un’alimentazione molto ricca di carne, potrebbe causare un’elevata concentrazione di creatinina nel sangue.

La misurazione della creatinina è solitamente prescritta dal medico per testare i livelli di salute dei reni, ma non solo.

Può avvenire in due modi: tramite le analisi del sangue, che è la metodologia più comune, e con le analisi delle urine. Quest’ultimo esame generalmente viene abbinato al primo, per avere un controllo e una precisione maggiore sul risultato.

Oltre agli esami standard ne esiste anche uno più specifico, che si chiama Creatinina Clearence. Quest’ultimo accertamento consiste in un confronto dei livelli di creatinina prodotti dalle urine in 24h e dei livelli di creatinina del sangue . Quindi l’esame si effettua su un campione di urine raccolto durante l’arco di una giornata.

Essendo che la creatinina dipende dalla massa muscolare, i suoi livelli sono maggiori nelle persone alte e con fisico muscoloso rispetto a persone più piccole o a chi non ha muscoli.
Con la funzione renale normale, il valore della creatinina nel sangue deve essere costante da un giorno all’altro. Un leggero aumento può verificarsi dopo un pasto ad alto contenuto proteico.

Integratori

Integratore che agisce direttamente sui muscoli, composto da una molecola d’acqua che ne semplifica l’assorbimento.

Grazie alla sua composizione quasi integrale di creatina pura, non contiene nicotina e fornisce energia in poco tempo.

Prodotto con Creatina Monoidrato, MyProtein Creapure fornisce alti livelli della sostanza per favorire un esercizio più intenso e una maggiore resistenza. Garantisce una performance di lungo periodo, è facilmente digeribile e adatto a chi pratica sport in modo continuo e intenso.

Realizzato con sola Creatina pura, Creatine Powder è un integratore utile per essere mescolato con le bevande e per facilitare l’apporto di energia in tempi brevi. Migliora la contrazione muscolare e potenzia la prestazione atletica grazie alla formula 100% creatina.

Disponibile in polvere, Prozis realizza un integratore senza sapore che facilita l’apporto di energia e favorisce lo sviluppo dei muscoli. Un prodotto di facile digeribilità, solubile nelle bevande e ad azione rapida che agisce rapidamente migliorandola capacità di resistenza.

Cause livelli bassi di creatinina

I livelli bassi di creatinina possono essere un segno di alcune malattie che causano la riduzione della massa muscolare, inclusa la miastenia grave e la distrofia muscolare.

Questi pazienti hanno debolezza, atrofia muscolare, e altri sintomi oltre ai livelli ematici fuori dalla norma.
L’atrofia dei muscoli, che avviene quando non vengono utilizzati, determina un calo della massa muscolare e dei livelli di creatinina. Questo può accadere con un paziente debilitato, magari costretto a letto, oppure spesso interessa gli anziani come naturale conseguenza dell’età.

Un basso livello di creatinina si manifesta comunemente anche in gravidanza. Infatti, quando il feto comincia a svilupparsi, i nutrienti vengono trasportati tramite il cordone ombelicale dalla madre al bambino. Le donne in stato interessante possono quindi essere caratterizzate da bassi livelli di creatinina nel sangue, ma si tratta di cambiamenti naturali di cui non è necessario preoccuparsi. I valori torneranno nella norma non appena dopo il parto.

Un’altra causa può essere identificata nelle malattie del fegato soprattutto quando i livelli rimangono bassi per lungo tempo. Sono situazioni rare, ma nei casi di epatite si ritrova questo valore in minime quantità nel sangue.

Infine, una quarta possibile causa potrebbe essere un’alimentazione povera di carne e quindi a basso contenuto di proteine.

Dottor Piero Mozzi reni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche