Che cosa sono i bioflavonoidi?

Guide

Che cosa sono i bioflavonoidi?

Avete mai sentito parlare di bioflavonoidi? Si tratta di pigmenti vegetali, responsabili della colorazione di molti frutti e fiori, e hanno proprietà antinfiammatorie, antiallergiche, antivirali e antineoplastiche, oltre ad agire come potenti antiossidanti, fornendo quindi una notevole protezione contro i danni provocati dai radicali liberi.

All’interno della classe dei “flavonoidi” i bioflavonoidi esercitano un effetto positivo sulla circolazione, in quanto rafforzano le strutture di collagene, il sostegno della pelle e dei vasi sanguigni. Studi clinici hanno dimostrato l’efficacia di tali composti nelle insufficienze venose e nei casi di vene varicose e malattie vascolari diabetiche.

I bioflavonoidi si trovano in agrumi, frutti di bosco, cipolla, legumi, tè verde, vino rosso, mentre in commercio si trovano rimedi vegetali ricavati dai vinaccioli e dalla corteccia di pino marittimo, ricchi di prontocianidine, una particolare classe di bioflavonoidi. La miscela così ottenuta viene chiamata picnogenolo, il più innovativo tra gli antiossidanti: la sua azione sembra addirittura 20 volte superiore a quella della vitamina C e 50 volte a quella della vitamina E.

Particolarmente indicato nei casi di fragilità capillare e per i disturbi collegati ad una insufficiente circolazione sanguigna periferica, che si manifestano con gonfiori e senso di pesantezza alle gambe, il picnogenolo è tanto più utile al nostro benessere nella stagione estiva in quanto contrasta lo stress ossidativo promosso da un’eccessiva esposizione ai raggi solari.

La dose consigliata è di circa 60 mg al giorno, per tutto il periodo estivo, ed è controindicato solo alle donne in gravidanza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...