Che cosa visitare al Centre Pompidou di Parigi - Notizie.it

Che cosa visitare al Centre Pompidou di Parigi

Cultura

Che cosa visitare al Centre Pompidou di Parigi

uuu

Il Centro nazionale d’arte e di cultura Georges Pompidou noto in francese anche come Beaubourg è l’edificio costruito da Piano e Roghers, inaugurato nel 1977, voluto dall’allora presidente della repubblica francese da cui prende il nome.

Il Pompidou non è soltanto un museo, anzi, è un vero e proprio centro culturale interdisciplinare che al suo interno ospita oltre alla più grande collezione d’arte moderna e contemporanea anche una grande biblioteca pubblica, la Bibliothèque Publique d’Information, l’IRCAM, un centro, quest’ultimo, dedicato alla musica e alle ricerche in materia di acustica e il Centro del design industriale. Custodisce una collezione di circa 70 mila opere, in cui accanto alle arti visive trovano posto il design, l’architettura, la fotografia e le opere multimediali. Queste opere vengono proposte attraverso forme espositive costantemente rinnovate e vengono spesso accompagnate da cicli di conferenze, incontri, dibattiti, concerti e spettacoli.

Di certo il polo di maggior attrazione per i turisti di tutto il mondo è Il Musée National d’Art Moderne (Museo nazionale d’arte moderna) è un museo d’arte moderna, situato al quarto e quinto piano del Centre Pompidou, allestito negli anni 1980 dall’architetto e designer italiana Gae Aulenti.
Tra le sue opere maggiori e più famose possiamo trovare Le nozze, le porte del cimitero, Resistenza, Ressurezione di Marc Chagall, numerose sono pure le opere di Picasso come Arlecchino, La musa, Senerata al mattino, Ritratto di ragazza.

Il museo da dimora anche ad alcuni dei più bei quadri di Kandiskij tra cui possiamo ricordare Mulini a vento, Paesaggio astratto, Primo acquerello astratto, Nel grigio e molti altri. Presenti nel museo, ci sono anche, opere di Amedeo Modigliani, Andrè Derain, Raoul Dufy, Maurice de Vlaminck e Pierre Bonnard, oltre a rappresentanti dell’arte povera, astratta e contemporanea come Viktor Vasarely e Frank Stella.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche